Master Series, qualche anno dopo: Lara Bernini

Torna sul nostro blog la rubrica Master Series, ma questa volta le protagoniste e i protagonisti sono persone che hanno frequentato il nostro Master in Coaching e che a distanza di anni svolgono attivamente la professione di Coach e si sono specializzati avviando dei business indipendenti. Oggi vi presentiamo Lara Bernini.

Quando hai frequentato il Master di Accademia della Felicità? Quando invece hai iniziato a lavorare attivamente come coach?
Ho frequentato il master tra il 2015 e il 2016 e subito dopo ho iniziato a lavorare come coach professionista.

Ci racconti qualcosa della tua specializzazione…
Mi occupo di wellness e Life coaching e lo propongo in gruppo. I miei percorsi durano da 4 a 10 mesi e si svolgono in piccoli gruppi di 5-10 persone al massimo.

Insieme ci si confronta e ci si sostiene, ciascuno ha la responsabilità del proprio percorso ma insieme si creano i presupposti per maturare una visione unitaria dell’esperienza esistenziale.

Proprio da questa visione nasce il mio Metodo COACHINSIEME, fare coaching insieme ad altre persone in un ambiente armonico, accogliente e rivitalizzante per condividere esperienze e rinforzare la propria esperienza di vita. Proprio per questo la mia sede è immersa nella natura a Limido Comasco.

A questa modalità si affiancano anche incontri individuali per valutare di volta in volta le modalità di interazione con il gruppo, ma anche con se stessi.

Le persone che si rivolgono a me sono in prevalenza donne tra i 38 e i 60 anni, ma dipende molto dal percorso.

Chi viene per il Wellness Coaching, è la persona che ha qualche disagio fisico e/o sovrappeso e vuole capire come interpretare i segnali del corpo (mal di testa, pancia gonfia, gambe pesanti), gestire le emozioni e migliorare il benessere con pratiche naturali e olistiche. Io mi ispiro alla Cucina Kousmine, alle pratiche Kneipp con l’acqua, alla bioenergetica e allo yoga.

Coloro che, invece, lavorano con me con percorsi di Life Coaching sono persone che hanno bisogno e vogliono riscoprire il porprio ikigai, imparare a comunicare meglio e ritrovare la felicità.

Quali difficoltà hai incontrato lungo il percorso e come le hai superate?
La più grande difficoltà è stata far capire che in gruppo è meglio e che ci vuole tempo (almeno 10 mesi) per sperimentare il cambiamento vero.

L’ho superato spiegando con tenacia e convinzione le mie motivazioni e discostandomi dal coaching erogato con “urla da un placo davanti a orde di umani”.

Che suggerimento daresti a un coach che si sta formando adesso?
Rimanere appassionato e umile, curioso e connesso, realista e gentile, sempre molto gentile. parliamo a esseri umani che hanno bisogno di sentirsi in primis accolti.

 

Ti è piaciuto il racconto di Lara? Anche tu sei alla ricerca di un cambiamento e vuoi affrontare un percorso approfondito che ti accompagni verso una nuova professione e verso quello che desideri davvero per la tua vita?
Sono aperte le iscrizioni sia alla nuova edizione del Master in Coaching, nella formula a distanza, sia al nuovo Master sull’Intelligenza Emotiva.

Logo ADF

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.