Ha ancora senso parlare di resilienza nel 2022?

La parola resilienza è sicuramente una delle più usate (e abusate) quando si parla di crescita personale. La capacità di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà, uscendone rafforzarti e senza perdere la propria “dolcezza” è una competenza importante, se non fondamentale in questo momento così complicato. Ma ha ancora senso parlare di resilienza nel 2022, dopo averla tirata in ballo così spesso?

Noi pensiamo di sì, ma con una riserva. Parliamo di resilienza, ma soprattutto entriamo in azione e mettiamola in pratica, altrimenti rimarrà un’altra delle tante belle parole che ci diciamo ma che non portano nessun cambiamento positivo nella nostra vita. A volte “essere resilienti” è un po’ come quelle voci che mettiamo tutti nel curriculum vitae e che possono dire tutto e niente (tipo “problem solver”: scommettiamo che anche tu almeno una volta lo hai scritto nel tuo cv, ma cosa significa veramente per te?).

Essere resilienti ha a che fare non tanto con il resistere fine a se stesso, ma con l’entrare in azione in modo proattivo per cercare una soluzione a un malessere o a un momento di difficoltà.  Se vogliamo uscire rafforzati da questo periodo che sta mettendo tutti alla prova (e non cambiati in peggio) dobbiamo pensare a come possiamo riorganizzare positivamente la nostra vita e le nostre abitudini. Non si tratta semplicemente di reagire, ma di trovare una risposta efficace a quelle che sono le nostre esigenze. E in questo ci aiuta sicuramente la nostra Intelligenza Emotiva.

Le caratteristiche che ci rendono resilienti

Per coltivare la nostra resilienza possiamo sviluppare alcune caratteristiche personali, o cercare di coltivare relazioni sociali che ci forniscano supporto e forza per affrontare le difficoltà. Ecco alcuni fattori che influiscono sulla nostra resilienza:

  • l’ottimismo – non parliamo di “ottimismo cieco” o di vedere sempre il buono in tutte le situazioni. In questo caso ci riferiamo alla capacità di vedere opzioni, nonostante le difficoltà; sapere che c’è sempre qualcosa che possiamo fare per superare un momento difficile ci dà la forza di agire in quella direzione. Non abbiamo controllo su tutto, ma possiamo coltivare la nostra fiducia nel fatto che esistono più opzioni di quelle che riusciamo a vedere quando ci facciamo sopraffare dallo sconforto;
  • coltivare emozioni “positive” – le emozioni non sono negative o positive: lo sono invece le nostre reazioni a ciò che sentiamo. In questo caso quando parliamo di emozioni positive intendiamo la capacità di focalizzarci su ciò che abbiamo invece che su quello che ci manca; sintonizzarsi sull’abbondanza è un modo per attrarla nella nostra vita, qualsiasi cosa significhi per noi in questo momento difficile;
  • il sostegno degli altri – chiedere aiuto è una qualità delle persone forti; sentirsi ascoltati ci aiuta a uscire dalle situazioni più cupe, perché ci dà quella energia necessaria a vedere le cose da altri punti di vista e a prendere le decisioni più giuste per noi. Cerchiamo quindi il sostegno delle persone intorno a noi, e impegniamo noi stessi ad ascoltare chi ci sta vicino, coltivando l’empatia.

10 consigli per sviluppare la resilienza

  1. Assumiti dei rischi – non restare sempre chiuso nel tuo guscio: esci, fatti vedere, prova cose nuove, conosci nuove persone e mettiti in gioco; così alleni la tua capacità di adattamento. Non devi esagerare: piccoli rischi presi con costanza ti permettono di sviluppare la tua resilienza e di utilizzarla quando ti trovi in situazioni difficili che richiedono tutta la tua forza;
  2. Prenditi le tue responsabilità – imprecare contro il cielo (o contro il Governo) non ti porta lontano; certamente ci sono cose che sono al di fuori del tuo controllo e che non puoi modificare, e non tutto quello che ti succede dipende da te. Quindi puoi non essere responsabile di quello che accade, ma sicuramente lo sei di come reagisci e di come decidi di gestirlo. Puoi sempre fare qualcosa di positivo, anche nelle situazioni più negative;
  3. Pianifica – vivere alla giornata non ti permette di sviluppare l’immaginazione necessaria a trovare soluzioni efficaci nei momenti difficili; se vuoi un futuro più luminoso prima immaginatelo e pianifica i passi per crearlo. In questo modo ti allenerai ad affrontare anche gli imprevisti;
  4. Assumi il controllo della tua vita – non lasciare che siano sempre gli altri a decidere per te; coltiva i tuoi gusti e le tue passioni; prenditi cura degli aspetti della tua vita che hai trascurato;
  5. Prendi esempio dalle persone che ammiri – leggi le biografie di personaggi che fanno quello che vuoi tu, o che hanno le caratteristiche e le capacità che vorresti possedere anche tu; raccoglierai informazioni importanti per migliorare te stesso in quella direzione;
  6. Fai chiarezza dentro di te – impara a conoscerti a fondo e comprendi quelli che sono i tuoi reali desideri e obiettivi; vivi la tua vita e non quella di qualcun altro, solo perché pensi che sia più giusta o accettabile;
  7. Fatti domande – quando le cose non vanno come te le aspettavi, chiediti perché; perché non ho ottenuto quella promozione? Perché mi è capitata questa cosa? Perché questa vicenda mi ha cambiato così profondamente? Queste domande servono per conoscerti meglio e per raccogliere dati che ti saranno utili anche in futuro per affrontare situazioni simili con più frecce al tuo arco;
  8. Sviluppa la tua creatività – scegli di fare le cose in modo diverso e vedi cosa succede; parti dal piccolo: assaggia cibi che non hai mai provato prima, ascolta musica nuova, impara una nuova lingua e vedi delle serie tv che non sei sicuro facciano per te; oppure prova a fare gli esercizi che trovi nel nostro corso online Rendi più creativa la tua vita;
  9. Pensa alle soluzioni possibili – fai un passo indietro e analizza quello che ti è capitato: se ti ricapitasse come potresti affrontarlo in un modo diverso, con un diverso spirito? Apriti a nuove idee e non aver paura di sperimentare;
  10. Divertiti – introduci nella tua vita il gioco e ridi più spesso; prendi la vita con gusto e passione.
Logo ADF

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.