Ri-allineati con te stesso – Parte seconda

Nella prima parte di questo articolo abbiamo introdotto alcuni passaggi fondamentali da fare se vogliamo trovare un nuovo equilibrio, essere allineati con noi stessi ed essere pienamente felici.

Ecco quali altri possiamo affrontare per continuare il nostro percorso di consapevolezza e ri-allinemento.

Sii buono con te stesso

Ti senti mai in colpa e dici cose orrende su te stesso? Sei mai geloso? Ti capita di non riuscire a dare o ricevere affetto? Ti paragoni continuamente agli altri? Non prendi in giusta considerazione i tuoi bisogni? Non ti chiedi cosa vuoi o cosa ti fa star bene?

Se hai risposto sì a molte di queste domande, vuol dire che ci sono molte cose che puoi iniziare a fare per essere più buono con te stesso.

Quanto siamo felici oggi riflette principalmente cosa pensiamo di noi e come ci trattiamo, quindi non è mai troppo tardi per iniziare a fare piccoli ma importanti gesti nei nostri confronti:

  • Fai capire chiaramente alle persone come vuoi essere trattato
  • Impara ad accettare i complimenti
  • Impara a fare qualcosa che ti da piacere e ti rende felice senza sentirti in colpa
  • Dì solo cose buone e gentili di te stesso. Se non hai nulla di buono da dirti, meglio tacere
  • Tratta bene il tuo corpo, nutrilo di cibo fresco, fallo muovere, prenditi cura della tua pelle e indossa vestiti che ti rendono felice
  • Realizza che quello che FAI non è quello che SEI. Tutti facciamo degli errori, non confonderli con una misura di ciò che meriti dalla vita
  • Passa del tempo con delle persone che ti fanno sentire bene
  • Fatti i complimenti quando sei bravo a fare qualcosa, ti aiuterà anche a rafforzare la convinzione che non hai bisogno che sia qualcun altro ad approvarti
  • Usa le affermazioni positive
  • Prenditi sempre il tempo per visualizzarti come vuoi essere non come sei ora

Volerti bene fa miracoli nella tua vita.

Il linguaggio

“Va tutto bene. Tutto si verifica nel modo migliore per me. Da ogni situazione arriverà del bene e io sono al sicuro”.

Il fatto che siamo noi a creare la nostra realtà è un fatto, ed è per questa ragione che dovremmo concentrarci nel dire cose che ci danno potere al posto che farci sentire miseri o non all’altezza. Possiamo scegliere che parole usare, possiamo parlare di ciò che di splendido ci circonda e dei tanti motivi per cui siamo molto fortunati.

Ogni pensiero positivo che facciamo ci porta qualcosa di buono, mentre rimanere focalizzati su qualcosa che non funziona ci àncora a quella situazione e alle emozioni che le sono legate.

Fate pratica e parlate con persone che possono fare la differenza, provate nuove direzioni aspettandovi cose positive, pensate a quello che volete che accada e siate proattivi nel cercarlo: otterrete grandi risultati.

Circondatevi di persone positive

Che persone frequento? In che modo mi influenzano? Che effetto hanno su di me?

Nel tuo viaggio verso la felicità, man mano che cambi e modifichi il modo di vedere le cose noterai che con alcune persone non ti troverai più bene. Non perché non siano brave persone, ma semplicemente perché decidendo di dare priorità alla tua felicità tu cambierai e molto velocemente. Attorno a te ci saranno persone felici del tuo cambiamento che ti supporteranno ed altre che invece non lo faranno, che si sentiranno a disagio. Ma non ti rattristare, il cambiamento di chi ci sta intorno fa parte di una naturale evoluzione.

Più diventerai gioioso e ottimista più le amicizie che hai con persone le cui credenze sono in contrasto con questi cambiamenti tenderanno ad allontanarsi. Le persone negative per noi a volte possono essere palesi, altre volte la loro influenza negativa è più sottile: magari passano il tempo a lamentarsi, magari ti scoraggiano quando vuoi provare a fare cose nuove. È probabile però che, allo stesso tempo, nuove persone motivate, positive ed interessanti bussino alla tua porta.

Quando chi non ci supporta fa parte della nostra famiglia è spesso più doloroso: è difficile farsene una ragione quando nostra madre, nostro padre o nostra sorella non riescono ad essere felici per noi. La famiglia è importante, ma dobbiamo imparare a fissare dei paletti che richiedono rispetto nei confronti di ciò che facciamo e delle decisioni che prendiamo anche quando non sono condivise.

Vietato farsi abbattere dalla gente

Chi ti circonda avrà sempre un parere da esprimere, opinioni da condividere su di te, sulla tua vita e su cosa decidi di farne. Alcune di queste saranno positive e celebrative altre negative e magari anche distruttive. Questo proprio non si può cambiare e bisogna prenderlo come parte della vita. A prescindere da quanto sia l’amore di cui riesci a circondarti e l’amore che emani verso l’Universo, le persone continueranno a pensare ad avere un’opinione su di te. Anche se non ne vale la pena di farci ferire da ciò che dicono gli altri, abbiamo un’insana abitudine a ricordare tutto ciò che di negativo ci viene detto, mentre siamo capaci di dimenticarci un complimento nel giro di qualche minuto.

Perché dovremmo dare più valore a quello che pensa qualcun altro rispetto a quello che pensiamo noi? Gli altri non stanno vivendo la nostra vita, noi lo facciamo e noi ne sperimentiamo le conseguenze. Smettere di preoccuparci di ciò che pensano gli altri può essere un lavoro che richiede anni e non esiste una formula magica perché a tutti piace piacere e fare buona impressione; l’unica cosa che possiamo scegliere di fare è di non dare attenzione al chiacchiericcio e concentrarci su quello che stiamo facendo e vogliamo fare.

Non permettere mai agli altri e ai loro pensieri di avere la meglio su di te, decidi fermamente che questa è un’opzione che non prendi in considerazione!

Francesca Zampone BLOG ADF

Autore: Francesca Zampone

Talent Manager, Formatrice, Career Counselor, Personal e Business Coach. Dopo anni di carriera in ambito aziendale nel 2011 insieme a Marco Bonora ho fondato Accademia della Felicità, una realtà che ha al centro le persone e i loro desideri. Siamo una società di formazione e coaching: il nostro principale obiettivo è aiutare le persone a trovare la loro felicità, in ambito personale e professionale. Sono appassionata di comportamento umano, musica indie, cinema e letteratura.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *