Le cattive abitudini che ti impediscono di crescere

Ogni giorno proviamo sensazioni ed emozioni che ci mettono alla prova e ci fanno sentire a disagio. Ma dobbiamo capire se si tratta di un disagio “buono” oppure “cattivo”. Quando senti che qualcosa non va devi capire davvero di cosa si tratta e soprattutto evitare di ricadere nelle cattive abitudini che ti impediscono di crescere.

Il disagio può essere un acceleratore della crescita: ci mette di fronte al fatto che non la nostra zona di comfort ormai ci sta stretta e che è giunto il momento di fare qualcosa per cambiare. Ma a volte ignoriamo questi segnali perché non ce la sentiamo di affrontare l’ulteriore trasformazione. E quindi ricadiamo in alcune cattive abitudini…

Strategie di compensazione

Queste “cattive abitudini” potremmo definirle anche strategie di compensazione. Abbiamo tanti bisogni e desideri, ma poco tempo per soddisfarli, perciò ci affidiamo a soluzioni temporanee che però non risolvono i nostri problemi a lungo termine.

Eccone alcune.

  1. Guardare troppa tv – guardare alla tv le tue serie preferite non è per forza una cattiva abitudine, anzi; a volte è proprio quello che ti serve per staccare la spina e rilassarti. Attento però se la televisione diventa un pretesto per distrarti da come ti senti o dalla tua vita.
  2. Spendere troppo – i soldi che guadagni sono fatti per essere spesi, ma qualcosa non va quando iniziamo a spendere in un modo che non è coerente con le nostre disponibilità finanziarie.
  3. Mangiare troppo o troppo poco – esagerare per difetto o per eccesso nel mangiare è un campanello d’allarme. Il cibo serve per nutrirci, ma quando mangiamo troppo o troppo poco e lo facciamo con costanza, significa che lo stiamo usando per compensare qualcosa che ci manca.
  4. Bere o fumare – una sigaretta in compagnia per rilassarsi o un cocktail al bar con gli amici non sono un problema. Ci aiutano a stare bene. Ma se l’aperitivo o il fumo sono scuse per non sentire come stiamo veramente, allora bisogna fare un passo indietro.
  5. Isolarsi – stare da soli va benissimo, ma anche stare con gli altri ci aiuta ad affrontare la vita con più gioia. Anche se a volte ci costa fatica, tessere relazioni sociali è un bene. Dobbiamo però stare attenti a scegliere le persone giuste, e soprattutto evitare di isolarci troppo se diventa una scusa per non affrontare le difficoltà.
  6. Prendere troppi impegni – avere cose da fare, persone da vedere, eventi a cui partecipare ci fa sentire bene, ma a volte ci riempiamo talmente tanto l’agenda da sentirci sopraffatti. Il campanello d’allarme in questo caso deve scattare quando sentiamo di “dover” fare tutte quelle cose e non di “volerle” fare.

Come abbandonare le cattive abitudini

Per abbandonare le cattive abitudini prova a fare così:

  • identifica le strategie di compensazione che metti in atto (il nostro elenco ti aiuterà, ma potresti usarne altre)
  • per ciascuna di esse domandati qual è ill bisogno insoddisfatto che ti spinge ad attuarla
  • prova a trovare un’attività alternativa a lungo termine e che può aiutarti a soddisfare il tuo reale bisogno
  • fai diventare questa attività un’abitudine
Logo ADF

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.