Master Series: Anna De Pascalis

Questo mese, per la nostra rubrica Master Series, vi raccontiamo l’esperienza di Anna, i cambiamenti e i benefici che il Master in Coaching di Accademia della Felicità ha portato nella sua vita.

Chi sei e cosa fai?

Sono Anna, ho 50 anni, vivo con il mio compagno vicino a Venezia.

Perché hai fatto il Master in Coaching?

Sono arrivata ad Accademia della Felicità per caso. Circa due anni fa ero in un periodo di grande stanchezza per motivi lavorativi e bloccata da responsabilità familiari. Avevo bisogno di non sentirmi paralizzata, volevo cambiare ma non sapevo cosa fare o come muovermi. Conoscevo a Londra The School of Life e cercavo un posto in Italia che offrisse percorsi di crescita personale e professionale con un’impostazione simile. Da una ricerca in rete ho trovato Accademia della Felicità. Proponevano un’iniziativa gratuita. Dopo qualche giorno mi sono iscritta, nel fine settimana ho conosciuto Francesca e Marco. Mi è subito piaciuto il loro approccio, ho scoperto così il coaching e, dopo aver cominciato un percorso individuale, ho deciso di approfondirne le tematiche e mi sono iscritta al Master.

Che benefici hai avuto?

Mi ha offerto strumenti importanti, quelli del cambiamento. È stato un percorso impegnativo. I weekend di Master sono giorni di lavoro intenso ma estremamente stimolante: è come mettere in moto il cervello spalancando continuamente finestre. L’approccio ai problemi cambia e ti vengono offerte nuove prospettive per cercare di far fronte ai problemi. Il gruppo di compagne e compagni è importantissimo, si lavora insieme ognuno al suo percorso ma sostenendosi, confrontandosi, avendo sempre la possibilità di chiedere e ricevere, di aprirsi in assenza di giudizio.

Quali sono stati i più grandi cambiamenti che ti ha portato il Master in Coaching?

La prima rivelazione è stata scoprire di essere un’introversa! Mi viene sempre da ridere perché dicevo di essere timida e introversa ma senza conoscere la differenza tra i due termini. È stato confortante scoprire che non c’era qualcosa che non andava nel bisogno di stare per conto mio per ricaricarmi. Sono inoltre uscita dal master sicuramente più consapevole di quali sono le cose importanti nella mia vita. Il coaching mi ha insegnato a rivedere sotto un altro aspetto le mie paure e, soprattutto, ad avere meno bisogno dell’opinione degli altri e a imparare a dire no.

Cosa stai facendo oggi di diverso?

Mi piace definirmi una coach in fieri: sto infatti seguendo un percorso di coaching al femminile e uno di bookcoaching per specializzarmi durante il mio tirocinio per diventare coach. Mi piace studiare cose sempre nuove ma soprattutto aiutare le persone a creare la vita che desiderano vivere.

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *