SOLDI SOLDI SOLDI…NO PERSONE!

Non siamo sempre d’accordo con Simone Perotti, ma questo post – che è diventato uno dei più popolari in breve tempo – ci ha colpito e ci è piaciuto molto.

http://www.simoneperotti.com/wp/2012/07/09/niente-o-solo-per-soldi/.

Perché? Perché ci siamo trovati nello stesso tipo d’impasse e di ragionamenti.

Quando abbiamo aperto Accademia nel maggio del 2011 i nostri compiti li abbiamo fatti benissimo: prodotti, contenuti, location, businessplan, redditività a uno e due anni.

Dopo 6 mesi qualcosa non tornava e ci siamo impegnati quindi ancora più duramente per fare tornare i conti, dopo 12 mesi qualcosa continuava a non tornare e abbiamo apportato i dovuti correttivi, dopo 18 mesi e innumerevoli riflessioni improvvisamente l’illuminazione: NON E’ UNA QUESTIONE DI SOLDI, E’ UNA QUESTIONE DI PERSONE!

Abbiamo passato in rassegna i nostri primi mesi e ci siamo accorti che per ingenuità (?), eccessivo senso di fiducia verso la vita ed il mondo oppure per semplice buonafede ci siamo circondati di:

  • Partner di buona volontà ma profondamente sbagliati per noi
  • Operatori provenienti dal settore olistico che mal sopportavano il fatto che Accademia fosse una Srl però avevano pagato un corso di formazione 3600 euro in una Associazione Olistica che come oggetto sociale aveva i giochi da tavolo
  • Persone che semplicemente non avevano voglia di lavorare
  • Persone che visto che volevano essere felici non si volevano affaticare troppo
  • Persone che se ne sono semplicemente approfittate e hanno portato via clienti con nonchalance
  • Persone che sono state qui un mese e poi hanno aperto la loro società di coaching portandosi  dietro prodotti competenze vision
  • Persone che sono state qui in formazione persone  che hanno avuto molto e poi hanno intrapreso e sostenuto progetti di altri perché più remunerativi
  • Persone che sono venute qui a lavorare e davanti all’idea di  rimboccarsi seriamente le maniche se ne sono andate con una scusa
  • Persone che sono venute qui a lavorare e dopo due mesi pensavano di eliminare o me o Marco e  quando hanno visto che non era  possibile sono andate a fare male altrove quello che dovevano fare qui

E non vado oltre per non infierire.

La conclusione è che d’ora in poi oltre che ai soldi stiamo attenti ai collaboratori.

Abbiamo fatto entrare un nuovo socio che è sulla nostra stessa lunghezza d’onda, collaboriamo con poche (e sempre meno ahimè) persone, abbiamo improntato un nuovo sistema di partnership ed in generale siamo meno generosi di quello che vorremmo essere, ma abbiamo capito che è l’unico modo per essere redditivi.

Insomma se volete mettervi in proprio ricordate: I SOLDI CONTANO MOLTO MENO DELLE PERSONE!

 


 

Autore: Marco Bonora

Introverso, ingombrante, risvegliato a 40anni da coma lavorativo cerca disperatamente persone appassionate di qualsiasi cosa. Offro ironia caustica, soluzione problemi, creatività, cucina gourmande e musica indie/alternative. Astenersi perditempo

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *