Brand Map 14 – Sull’amore e la fiducia in se stessi

 

Siamo costantemente bombardati da messaggi che ci dicono che non siamo accettabili così come siamo. Soffriamo spesso del giudizio  (o pre giudizio) altrui. A chi non è mai capitato? I nostri capelli non sono abbastanza lunghi, il nostro corpo non è tonico abbastanza, non siamo abbastanza alti. O ancora: non abbiamo abbastanza successo, non siamo abbastanza ricchi, non abbiamo una posizione lavorativa degna di nota. E’ facile cadere vittime di questi giudizi errati. Ci mettiamo in discussione e poi  iniziamo a convincerci che sia davvero così. Mettiamo in discussione noi stessi, la nostra bellezza (che è unica) e il nostro talento. Facciamo paragoni e spesso siamo più spietati verso noi stessi che verso gli altri. Come conseguenza spesso ci tiriamo in disparte: non ci candidiamo per una promozione, non chiediamo a qualcuno di uscire, non partecipiamo ad una festa o ad un evento mondano, non vogliamo comparire in foto o video.

Il risultato è che così facendo boicottiamo il nostro stesso successo lavorativo e personale e ci facciamo trascinare in un circolo vizioso che ci danneggia ulteriormente. Occorre allora riflettere sul risultato e sull’unicità che rappresentiamo Se vogliamo ottenere quel lavoro, se vogliamo conoscere quella persona, se vogliamo costruire i nostri ricordi con amore e passione allora dobbiamo sganciarci da questa logica ed essere semplicemente noi stessi. Se ci accettiamo e se siamo consapevoli del nostro valore allora lo comprenderanno anche gli altri. E raggiungeremo  con meno sforzo i nostri obiettivi.

In questo post più degli altri abbiamo usato la parola “noi”. Perché siamo tutti “vittime” di questo errore.

Rifletteteci, riflettiamoci  prima di  decidere che sia meglio rimanere all’angolo.

 

 

 

Autore: Francesca Zampone

Nel 2011 sono stata chiamata da Marco Bonora per contribuire alla fondazione di Accademia della Felicità. Sono Coach dal 2005 e mi occupo di Career Coaching e Talent Management dallo stesso anno. Mi sono occupata a lungo di Diversity e Change Management in ambito risorse umane fino a diventare la responsabile risorse umane della mia casa discografica del cuore. Negli ultimi anni mi sono specializzata in Coaching delle relazioni e ho sviluppato un sito dedicato alle mie attività personali: www.francescazampone.com. Ho 48 anni, vivo e lavoro a Milano, ma Londra è la mia città del cuore. Sono appassionata di comportamento umano, musica, letteratura, cinema.