Autostima: Capisci chi sei e amalo

Nel cammino verso una vita che rispetti la nostra essenza abbiamo già fatto qualche esercizio per riscoprire le nostre fondamenta, lavorando su ciò che fin da piccoli ci smuoveva e ispirava.

Guardando al passato l’importante è celebrarlo per capire il presente e non rimanerne attaccati per rimuginare su ciò che abbiamo fatto o non fatto. Il passato non è modificabile e continuare a pensarci ci ruba solo energia.

Se spesso vi trovate a riflettere su cose accadute, su cose che non avreste voluto dire o fare, vi suggerisco di prendere in mano la situazione per poi lasciarli andare. Questi per me sono tre passaggi importanti per lasciare andare e poter celebrare pienamente chi siamo oggi.

1. CAPISCI CHI ERI – Tuffarsi nel passato è un momento doloroso e non semplice per molti di noi; ma capire chi eravamo è un passaggio fondamentale per arrivare a capire pienamente chi siamo e come lo siamo diventati.

Fatti queste domande e cerca di essere più sincera possibile:

  • Con chi passavi più tempo?
  • Come erano le tue relazioni con gli altri?
  • Come gestivi i conflitti?
  • Cosa facevi per divertirti e perché?
  • Quali sono alcune delle lezioni che hai imparato?
  • Ricordi esperienze positive particolari?
  • Ricordi esperienze negative particolari?
  • Quali sono i tuoi ricordi preferiti e perché?

2. CAPISCI CHI SEI ADESSO – Ora pensa a cosa è cambiato nella tua vita

  • Cosa c’è di diverso tra quest’anno e l’anno scorso?
  • Cosa c’è di diverso tra quest’anno e tre anni fa?
  • Ti piace chi sei ora? Perché? Perché no?
  • Che cosa è importante per te nella tua vita?
  • Con chi passi del tempo ora? Che cosa fai?
  • Quali sono le attività che ti divertono di più?
  • In che modo il passato ha avuto impatto sul tuo presente?

3. AMA CHI SEI – Dopo il grande lavoro che hai fatto per capire chi sei e come lo sei diventata, sei pronta ad accettarti e volerti bene.

  • CERCARE IL BUONO CHE C’È IN TE: Qualsiasi cosa tu abbia vissuto o fatto apprezza il meglio di ciò che sei.
  • CERCA DI CAPIRE I TUOI LATI OSCURI: Non c’è via di fuga per questo, e non c’è modo di accettarsi e stimarsi se non abbracciamo il fatto che abbiamo anche dei lati bui. Puoi essere cambiata in meglio ma puoi averlo fatto anche in peggio. Questa è l’occasione per capire se hai lasciato andare valori o comportamenti che erano importanti per te e decidere se vuoi in qualche modo riportarli nella tua vita o lasciarli andare perché non ti appartengono più.
  • NESSUNO È PERFETTO: Ce lo diciamo sempre ma poi fatichiamo a crederci e tendiamo sempre a pretendere da noi stesse la perfezione. Il meglio che possiamo fare è essere noi stesse in ogni singolo giorno della nostra vita. Ricordati che hai già percorso molta strada e che ne hai ancora molta da fare per diventare una versione migliore di te.

Tieni in mente questi tre punti e ricordati che ogni giorno è un nuovo inizio, una nuova possibilità per essere realmente te stessa.

Autore: Francesca Zampone

Nel 2011 sono stata chiamata da Marco Bonora per contribuire alla fondazione di Accademia della Felicità. Sono Coach dal 2005 e mi occupo di Career Coaching e Talent Management dallo stesso anno. Mi sono occupata a lungo di Diversity e Change Management in ambito risorse umane fino a diventare la responsabile risorse umane della mia casa discografica del cuore. Negli ultimi anni mi sono specializzata in Coaching delle relazioni e ho sviluppato un sito dedicato alle mie attività personali: www.francescazampone.com. Ho 48 anni, vivo e lavoro a Milano, ma Londra è la mia città del cuore. Sono appassionata di comportamento umano, musica, letteratura, cinema.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *