Differenza di età: come gestirla in una relazione?

Uno degli stereotipi più frequenti riconducibili alla differenza di età in amore sono le definizioni non troppo eleganti di “cougar”, che identifica una donna predatrice, e “toy boy”, che ci invita a guardare al ragazzo più giovane un po’ come a un giocattolo da trastullare. Queste definizioni confermano che la società, pur nel trovare definizioni, continua a stigmatizzare molto esperienze del genere, che invece possono rivelarsi veramente interessanti e piene di piacevoli sorprese, così come avevo messo in evidenza nel precedente articolo.

La differenza d’età nella coppia è spesso una grande sfida per gli stessi protagonisti. È vero che dietro l’age gap può esistere, in alcuni casi, un interesse nascosto: la ricerca di uno status, un tornaconto economico, un bisogno di sicurezza e protezione ecc. Tuttavia, l’amore nelle generazioni asimmetriche è molto più comune di quanto possiamo pensare e queste storie, che iniziano spesso nel modo più inatteso, riescono in molti casi a schivare questi pregiudizi sociali e a trasformarsi in vincoli solidi e duraturi.

Al di là delle critiche e dei preconcetti, sono moltissime le coppie con una grande differenza d’età che riescono a coronare il loro sogno d’amore. Questa asimmetria generazionale fra due persone che si amano continua a suscitare curiosità e, contemporaneamente, stimola il pettegolezzo e il giudizio altrui. Non sono poche le persone che mettono in dubbio la sincerità dell’amore fra due persone di età molto diverse, e neanche le coppie famose sono esenti da molte voci critiche, ma possiamo immaginare che molti codici sociali possano essere, con il passare del tempo, sempre un po’ meno penetranti e condizionanti.

Al di là dei pregiudizi, la sfida più grande che affrontano queste coppie è proprio l’appartenenza a generazioni differenti. Il diverso contesto sociale implica, a volte, che ognuno abbia una propria scala di valori, una diversa educazione, un gruppo di amici con cui sarebbe difficile uscire e condividere e il bisogno di frequentare ambienti in cui l’altro si può trovare a essere un po’ come un pesce fuor d’acqua. Questi episodi sono tanto più evidenti quando la differenza d’età si avvicina, o supera, i 20 anni.

Tre cose che è interessante sapere sul age gap

Ecco tre cose interessanti da sapere sul age gap, che possono essere utili alle coppie in cui i due partner hanno età molto diverse.

  1. Nella prima fase la relazione è meravigliosa, molto più che nelle coppie della stessa età. Due persone provenienti da vissuti così lontani, data la differenza d’età, possono sicuramente godere di molti aspetti interessanti l’uno dell’altra, arricchendosi a vicenda e incuriosendosi continuamente su aspetti della vita che l’altro conosce poco. È molto bello e divertente poter costantemente scambiare esperienze, ricordi e idee.
  2. Nelle coppie in cui gli uomini hanno partner più giovani, questi nella prima fase si sentono forti, belli, aitanti e desiderati, ma a lungo andare potrebbero incontrare delle difficoltà a reggere i ritmi di vita, anche intima, della loro giovane compagna. Questo è un timore che una donna più matura in genere non ha e può rimanere più lungamente soddisfatta della relazione con un giovane uomo.
  3. Le donne più mature, all’inizio della relazione, possono rappresentare una fantasia erotica molto attraente, ma si può sviluppare con il tempo una relazione intensa, densa e profonda e condividere molte cose importanti, coltivando passioni, interessi e facendo scoperte sempre nuove.

Cosa imparano gli uomini

La maggior autonomia e maturità rispetto a una coetanea sarebbe un motivo importante che porta i giovani ragazzi alla scelta di una donna più grande.  Gli uomini giovani cercano generalmente una persona giocosa, molto sensuale, desiderano nutrimento nella relazione, dolcezza e calore, indipendenza.
Gli uomini più giovani sono quindi spesso appassionati alle donne più mature per la loro esperienza, perché hanno aspetti più compassionevoli e maggiore consapevolezza rispetto alle loro coetanee, perché riescono a generare un senso di fiducia e perché mostrano un potere che sono in grado di esercitare, essendo già autonome e avendo una vita già strutturata e indipendente. Alcuni uomini più giovani scoprono che stare con una donna più grande di loro li incoraggia persino a migliorare se stessi, rendendoli più vincenti e sicuri.

Cosa imparano le donne

In una vicenda affettiva con un uomo più giovane si ha la possibilità di imparare ad apprezzarsi, senza dare troppo peso alla differenza d’età, e poter approfondire una relazione anche d’amore, conoscere la passione, l’attrazione e l’affinità per gli stessi valori e per un progetto di vita condiviso. È anche possibile mettersi in gioco, essere sensuali e seduttive, giocare, prendersi meno sul serio, curarsi, fare esperienze nuove, avere una sessualità vivace e affettuosa. Tutti questi elementi sono sicuramente un ottimo boost per l’autostima!
Perché frequentare un uomo più giovane:

  • può aiutarti a ritrovare la vitalità che potrebbe essersi un po’ sbiadita con il passare del tempo;
  • hai modo di scoprire una nuova felicità che arricchisce ogni aspetto della tua vita;
  • il tuo senso di mondanità sarà molto amato dagli uomini più giovani che frequenterai e potrai introdurli con gusto e classe alle tue abitudini sociali;
  • è possibile riguadagnare la fiducia persa attraverso relazioni complesse e dolorose essendo corteggiate in modo elegante e continuativo; essere adulta e consapevole dei tuoi desideri ti renderà molto affascinante agli occhi di un uomo giovane e ti permetterà di vivere le esperienze che desideri senza imbatterti in contrasti importanti.

E tu? Ti senti pronta per sperimentarti in una relazione con un uomo più giovane di te? Ecco alcune app con cui puoi metterti in gioco.

Quali app usare

Le app di dating attraverso le quali conoscere uomini molto giovani che amano uscire con donne molto più grandi di loro sono davvero tantissime. Ce ne sono di specifiche, alcune delle quali non sono però ancora disponibili in Italia, ed è bene fare una selezione molto accurata di quelle che è possibile usare a tale scopo. Tra queste ve ne segnalo alcune: Datemyage, Cougaritalia, Match, Gapere. C’è da tenere conto che, nonostante questo elenco potrebbe essere anche più nutrito, l’app che conta il maggior numeri di iscritti al mondo è ancora Tinder, piattaforma su cui la metà degli utenti ha meno di 30 anni. Anche le app Inner Circle e Bumble stanno mostrando delle potenzialità molto interessanti, sebbene il numero di utenti non sia ancora così importante. Potete quindi pensare di utilizzare anche un’app che non sia necessariamente dedicata, ma su cui il numero di persone iscritte è considerevole e selezionare accuratamente preferenze specifiche riguardo all’età, in modo da moltiplicare le possibilità di incontri di questo tipo.

Valeria Squillante

Autore: valeria squillante

La mia curiosità per le persone e per il mondo mi ha portata a studiare in tutte le fasi della mia vita, facendo di me una lifelong learner. Nelle tante vite che ho vissuto sono stata musicista, antropologa, docente. Nella mia vita più recente sono diventata una counselor psicosintetica e una coach delle relazioni e ho avviato il mio progetto #thedaimoncoach, attraverso il quale concilio tutte le mie parti creative e lavoro con donne che vogliono mettere al centro della propria vita se stesse e desiderano realizzare il proprio daimon. Sono da sempre una girovaga, appassionata di viaggi, di fotografia, di culture contemporanee, di tè e di cucine internazionali.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.