Cosa mi ha portato il Master in coaching

Cosa vi portate via da questo Master in coaching? E’ la domanda con cui si apre l’ultimo weekend del Master autunnale, quello che vi abbiamo raccontato su questo blog fin dal suo inizio. A porla è Danila Saba, job coach ed esperta dei temi del lavoro, collaboratrice di ADF.

La prima risposta sono tante facce che si guardano attonite, un po’ come quando a scuola la professoressa chiede qualcosa che nessuno ha studiato. Ma in questo caso non è che nessuno sappia cosa dire, piuttosto c’è davvero tanto da raccontare, e non si sa bene da dove cominciare.

E allora comincia, come sempre, la più coraggiosa.

Per me è stato l’anno della svolta, è stato sconvolgente, non mi sarei mai aspettata una cosa del genere. Ha aperto in me l’ambito del “dare” – non che prima fossi un’egoista eh! – però il Master ha sottolineato e spalancato una porta che fino a quel momento era solo… socchiusa. E questo corso è stato IL corso, e questo gruppo, IL gruppo.

È stato un anno di trasformazione pazzesca e per certi versi è come se la mia vita iniziasse adesso. A settembre cambio casa e dal punto di vista professionale, io che non avrei mai pensato di cambiare il posto di lavoro attuale, mi sono rimessa in gioco e… chissà!
Ma la cosa più bella di questa fase è che mi ritrovo a dirmi: lo scelgo solo se è una cosa che mi piace. E questo mi fa sentire davvero completa.”

E ancora…

“Mi porto via la magia, perché mi sono capitate delle cose che non avrei mai immaginato potessero accadere, anche se poi quando le razionalizzi a posteriori ti rendi conto che avevi tutto il potenziale per arrivare lì. Ma semplicemente non ci credevi abbastanza.
Ora vorrei integrare il coaching nella mia attività professionale. E diventare “la signora tecnologica” che da tempo sono già, anche se adesso ne ho una consapevolezza infinitamente più grande.”

“Da donna tecnologica, scientifica, mi sono trasformata in una donna umanistica, tornando alle mie passioni di ragazza, quando volevo studiare psicologia (e invece mi sono laureata in fisica). E’ stato un anno e mezzo di grande cambiamento, per me che arrivavo con grandi problemi e con un approccio ad essi molto duro, difficile.  Ne esco con alcuni problemi ancora irrisolti, ma ciò che è cambiato totalmente è il mio approccio ad essi e alla vita in generale.
Ora sono molto contenta di me e molto soddisfatta di questo nuovo approccio. Talmente soddisfatta che ho deciso di investire ancora sulla crescita personale, che mi ha affascinato tantissimo.
Infine, ho fatto una grande scoperta: da donna, ho scoperto e imparato ad apprezzare il mondo femminile, dal quale mi sono sempre sentita lontana e respinta. Non sono mai stata capace di stare con le donne, e invece ora…”

Energia, ascolto, e fiducia sono le tre parole che associo a questo Master. In me erano già presenti, forse addirittura lo sono state da sempre, ma ultimamente erano un po’ sopite, addormentate. Grazie a questa esperienza, ho ricominciato a coltivarle e le ho approfondite e d’ora in avanti saranno più che mai mie. E ora penso anche ad un nuovo progetto professionale.”

“Mi porto a casa alcuni strumenti importantissimi, quelli del cambiamento, che ho la consapevolezza di aver avviato anche se ancora devo fare tanta strada. Ma la cosa bella è che con questi strumenti nel mio bagaglio so che ce la posso fare, che posso lavorarci e arrivare dove voglio arrivare, sviluppando tante cose. E questo mi dà molta forza. Mi sento in divenire. Avrei fretta ma so, ho imparato, che invece bisogna avere pazienza. La strada ora c’è, è tracciata, non sono più avvolta nella nebbia.
Perché prima ancora di tutto il resto, questo Master ti fa scoprire la strada per costruire la tua felicità”.

“In una classe tutta femminile, direi che me la sono cavata. Mi porto a casa un sacco di strumenti e sono all’inizio di un percorso per trovare la mia consapevolezza. Ancora non so se sarò in grado di farcela, ma so che la strada c’è. E rifarei questo Master mille volte”.

“Ho deciso di lasciare il lavoro, dopo oramai due anni pesanti in cui studiavo e lavoravo, e non sapevo bene quale fosse la mia direzione. Sono ancora nel mezzo, a dire il vero, però la decisione è presa, anche se devo mettere a fuoco alcuni punti. Ma ho deciso di prendermi un periodo di silenzio e di riflessione, in questa estate. Il Master mi ha insegnato ad affrontare la mia paura di non essere abbastanza brava. Sono una che pretende molto da se stessa, lo sono sempre stata. Lo sapevo già, ma il Master mi ha aiutato a spostare il focus. Arriva un momento in cui chi sei deve venir fuori, e forse è arrivato il mio momento”.

“Avevo iniziato con l’idea di capire se potevo pensare di diventare una coach e devo dire che da questo punto di vista sto avendo molte soddisfazioni. Sto lavorando sul mio progetto personale e su come voglio propormi, e una cosa di cui sono più consapevole è che voglio fare le cose che mi piacciono, e voglio essere un po’ più libera, stressare di più sull’aspetto positivo dell’essere freelance, ossia: lavorare con chi mi va di lavorare. Non posso prendere solo le cose brutte, le rotture di scatole! Non voglio lavorare con chiunque, per dover fatturare. E voglio imparare dai miei clienti!

Un mio difetto è lavorare poco ai miei progetti e molto a quelli degli altri, però ora sto cercando di essere più attenta (è una grande conquista!)”.

“Quando ho iniziato sapevo solo che volevo fare qualcosa che mi piacesse, ma non avevo un’idea precisa. I primi mesi sono stati fondamentali, i pezzi di un puzzle che non avevo ancora completato dal punto di vista personale. Il gruppo mi ha aiutato a sentirmi meno sola, a capire che i miei problemi appartenevano anche ad altri. Sono molto più sicura di me stessa e mentre prima avevo un gran bisogno dell’opinione altrui, ora faccio molto la tara, e per lo più me ne frego”.

Se anche voi volete fare un percorso di crescita personale, trovate tutte le informazioni sul Master in coaching sul nostro sito. Quest’anno sarà possibile frequentarlo non solo a Milano, ma anche in Piemonte e in Emilia Romagna (dal 2017). Ecco tutte le date e le indicazioni su come iscriversi:

1) a Milano, presso ADF, partiamo il weekend del 24/25 settembre. Per informazioni scriveteci a info@accademiafelicita.it.

2) A Gravellona Toce (VB) saremo ospiti della libreria Evolvo libri e il Master inizierà il weeekend del 17/18 settembre. Per iscriversi: evolvolibri@sei-strategia.it. Sul nostro sito trovate il programma delle lezioni con tutte le date e i costi.

3) A Cavriago (RE) il Master si terrà al Centro culturale Multiplo. Il primo weekend di lezioni sarà quello dell’11/12 febbraio 2017. Per iscrizioni e informazioni: info@accademiafelicita.it. Sempre sul nostro sito trovate il programma completo.

Lavinia Basso

Autore: Lavinia Basso

Scrivo per passione da quando ne sono capace, di me e degli altri. Ho lavorato attorno ai testi negli ultimi 9 anni, poi l’editoria pura mi ha stancato e ho cercato nuove strade. Le ho trovate frequentando il Master in coaching e chiedendomi (o forse: ricordandomi) cosa mi piace davvero. Ora ascolto le storie degli altri, le rielaboro, e poi le scrivo, e aiuto le persone e le organizzazioni a raccontare chi sono, cosa fanno e come lo fanno.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *