Come sviluppare la tua creatività (3° puntata)

E scoprire la strada verso la realizzazione (in 12 step)

Eccoci con un nuovo appuntamento di questo intenso e interessante percorso. È un viaggio che ti aiuterà a entrare in sintonia con la tua creatività, per guardarti dentro, scoprire cosa ti piace veramente fare e quali delle tue passioni potresti trasformare in una professione. L’obiettivo dello step di oggi è fare riemergere le emozioni più segrete, di quando eri bambina, o che hai sepolto da qualche parte nel tuo cuore. Quindi faremo un viaggio nel tempo: tornerai indietro, a quando avevi pochi anni di vita, e vivevi con i tuoi genitori e i tuoi fratelli e sorelle. Lo scopo? Costruire una mappa dei desideri autentica, libera da vincoli e condizionamenti esterni. Ecco perché dovrai rispondere a delle domande molto secche.

N.B. Ricorda, che non ci sono risposte giuste o sbagliate. Serve solo a far riemergere emozioni, ricordi, sogni sepolti.

1. A ritroso

Questi esercizi ti aiuteranno a togliere un po’ di polvere dai tuoi ricordi d’infanzia.

Prendi un foglio e rispondi a queste domande:

–       qual era il tuo giocattolo preferito da bambino? E il tuo gioco?

–       E il tuo film preferito?

–       Quali sono le cose che non fai spesso, ma che ami fare, e che ti fanno stare bene? Andare a fare un viaggio, occuparti delle tue piante, fare una torta…

–       Cosa faresti se te lo potessi permettere? Ti trasferiresti a vivere in un’altra città? Apriresti una galleria d’arte? Libera la fantasia e i tuoi sogni più reconditi. E scrivi le risposte.

–       Ora, chiediti cosa faresti se non fosse troppo tardi. Come prima, lascia andare il cuore e la fantasia. E scrivi le risposte.

–       Cambiamo argomento: qual è il tuo strumento preferito?

–       Altro cambio: quanto denaro spendi ogni mese per i tuoi acquisti?

–       Cosa ti compreresti se potessi permettertelo. Un paio di sandali Prada? Una videocamera? Una macchina impastatrice?

–       Quando riesci a prendere del tempo per te? A dedicarti alle tue cose, alle tue passioni?

–       Abbandonarti ai sogni ti fa paura? Se sì, perché? Cosa temi che succeda?

–       Cosa ti piace leggere? C’è qualcosa che leggi in segreto, di nascosto? Oppure, quando vai in libreria, ci sono dei libri da cui sei attratta ma che ti vergogni a comprare (e allora compri on line)?

–       Cosa saresti diventato se avessi avuto un’infanzia perfetta? Quella dei tuoi dei sogni, con i genitori e i fratelli ideali?

–       C’è qualcosa che faresti se non fosse una cosa folle? Cos’è la cosa più pazza che potresti fare?

–       Cosa pensano i tuoi genitori delle persone creative?

–       Qual è la tua musica preferita?

–       Quali sono i tuoi vestiti preferiti?

2. Hai cinque anni

Come per l’esercizio precedente, rispondi per iscritto a queste domande.

–       Descrivi la tua cameretta.

–       Cosa ti piaceva di più: un gioco, una lampada, una sedia…

–       Quale di questi oggetti ti piacerebbe avere ancora?

3. Mi ricordo…

Com’eri da bambino? Eri allegro? Oppure, timido e triste? Descriviti, e racconta quali erano le tue caratteristiche.

4. Flashback

Racconta cinque cose belle che hai fatto quando eri piccolo. Esperienze vissute, episodi felici, creazioni fatte all’asilo.

5. A tutto food

Quali erano i tuoi cinque cibi preferiti di quando eri bambino?

6. Bad habit

Fai una lista di tre abitudini che hai e che non ti piacciono. Ora, descrivi le cose che fai e sai già che sono negative per te. Scegline cinque e prova a non farle.

7. Amici speciali

Fai una lista degli amici che ti fanno stare bene. Scegli fra queste la persona che ti fa stare meglio in assoluto e organizza una giornata intera da passare insieme.

8. Esempi positivi

Fai una lista di cinque persone che stimi e si può dire.

Ora, fai una lista delle cinque che ammiri, ma è meglio non renderlo pubblico.

Trova i tratti comuni fra queste persone.

9. Insieme per sempre

E adesso, fai una lista delle cinque persone che non ci sono più, con cui vorresti stare per tutta l’eternità.

Autore: Marco Bonora

Introverso, ingombrante, risvegliato a 40anni da coma lavorativo cerca disperatamente persone appassionate di qualsiasi cosa. Offro ironia caustica, soluzione problemi, creatività, cucina gourmande e musica indie/alternative. Astenersi perditempo

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *