Come diventare più minimalisti

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di Minimalismo. Ma è una moda o ha davvero qualcosa da insegnarci? Secondo me, è vera la seconda ipotesi. La ricerca spasmodica di oggetti, di guadagnare di più per comprare più cose e concederci più lussi, non può portare alla felicità.

E’ una continua rincorsa a qualcosa di più. Ma questo processo potrebbe essere potenzialmente senza fine. Ci conduce alla frustrazione e alla mancanza di felicità. Riscoprire l’essenziale, quello che ci fa stare davvero bene è, invece, la chiave per vivere serenamente.

Come fare, quindi?

  1. Liberati del superfluo nella tua casa. Ci sono molti metodi per fare decluttering ma, se non hai mai affrontato nulla del genere, ti consiglio di procedere a piccoli passi. Ogni giorno dedica mezz’ora (è più che sufficiente) a selezionare gli oggetti che vuoi tenere. Concentrarti su ciò che vuoi conservare e non su ciò che vuoi lasciare, è più facile. Comincia da un cassetto. Estrai tutto quello che contiene e guarda gli oggetti tutti insieme. Poi comincia a scegliere. E’ importante che tu tenga solo quello che davvero utilizzi e che ti piace.
  2. Liberati del superfluo dagli apparecchi elettronici. Hai mai pensato che la casella ingombra di mail inutili, il Desktop del PC costellato di icone e documenti che non consulti più, App scaricate e mai utilizzate contribuiscono ad appesantire te stesso e la tua vita? Prenditi del tempo per “fare spazio”anche lì e conservare l’essenziale.
  3. Liberati del superfluo nelle relazioni. E’ il punto più difficile, ovviamente. Ma ti rendi conto da solo che alcune persone invece che darti energia te la tolgono. Come sempre, focalizzati su ciò che vuoi tenere e non su ciò che vuoi lasciare andare. Amplificando la prima categoria, la seconda diminuirà obbligatoriamente e con minor sforzo. Procedi così: chi è quell’amico che ti fa tanto ridere e con cui ti senti davvero bene e ogni volta ti rammarichi di non passare abbastanza tempo con lui? Chiamalo. Fissa un incontro adesso, non aspettare. Fai lo stesso con i tuoi famigliari. Parti dalle cose semplici come una pizza tutti insieme in quel nuovo locale. Scommetti che quando ti chiamerà quel conoscente con cui non hai molto in comune, non avrai tempo di organizzare nulla? E ti sarai tolto automaticamente un peso.

Vuoi provare ad essere più minimalista? Scegli uno dei suggerimenti, prova a mettere in pratica i consigli di Tatiana Berlaffa, e poi se ti va raccontaci come è andata: info@accademiafelicita.it

Autore: Tatiana Berlaffa

Nata l’11 novembre, scorpione ascendente acquario, sono entusiasta, indipendente e creativa. Ho un blog e scrivo contenuti per il web. Mi interesso di benessere, bevo il caffè allungato con l’acqua, ho ciocche di capelli colorate e vorrei vivere a Londra. Per il blog di Accademia della Felicità scrivo di decluttering e mindfulness (e le pratico assiduamente!). Mi trovate anche sul mio blog https://greenteaforbreakfast.com/, sulla pagina fb e su tutti i Social. Vi aspetto!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • molto bello in effetti, specialmente la frase ‘Liberati del superfluo’ , che fondalmentalmente e’ tutto quello che e’ esser minimalista. servono cose sempre, ma devi capire cosa serve davvero da quello che non serve davvero

  • Interessante l.articolo e il suggerimento di dedicare mezz’ora al giorno per scegliere quello che più ci piace così in automatico ciò che nin serve più si autoelimina….