Prenderci cura delle nostre risorse per una vita più equilibrata

Le nostre risorse – tempo, denaro, energia, concentrazione – sono limitate. Eppure siamo costantemente bombardati da distrazioni mascherate da opportunità, e da infinite decisioni da prendere. Sotto questo continuo flusso di stimoli esterni, la nostra energia, il nostro tempo, la nostra concentrazione e anche il nostro denaro vengono spesso dissipati.

Di fronte a troppe possibilità, troppe “cose” a cui prestare attenzione, la forza di volontà si esaurisce lentamente e la mente rimane vittima di un vortice di preoccupazioni e sensi di colpa. Ci sentiamo costantemente stanchi, prosciugati, in ansia, e il nostro portafogli rispecchia il nostro stato d’animo.

Come possiamo vivere una vita piena, con una maggiore attenzione, una direzione più chiara e decisioni più semplici da prendere? Dobbiamo scoprire (o riscoprire) due cose molto importanti: ciò in cui riusciamo meglio e ciò che ci fa brillare gli occhi, la nostra più profonda passione e motivazione. Queste due cose potrebbero corrispondere, ma anche se così non fosse, l’importante è coltivarle entrambe.

Dobbiamo dire sì solo e unicamente alle cose straordinarie, a ciò che ci fa sentire vivi e pieni, a ciò che serve davvero a portarci nella direzione in cui vogliamo andare. Dobbiamo imparare a identificare e seguire la nostra Vision – la visione più alta della nostra vita, che racchiude i valori e tutto ciò che conta per noi. E nel frattempo dobbiamo dire no a tutto il resto, per quanto possa sembrarci in qualche modo utile, perché il superfluo è ciò che si nutre dell’energia, del tempo, della concentrazione e del denaro in nostro possesso.

L’obiettivo è dunque superare le credenze limitanti, sperimentare la libertà dalle emozioni negative e sviluppare la padronanza di sé stessi. Non è semplice, ma vediamo nel pratico come fare per riprendere le redini della nostra esistenza.

Come imparare a essere più selettivi

L’autore inglese Greg McKeown ha dedicato molto spazio a come incanalare l’energia in quello che ci fa stare bene e che amiamo, salvandola da tutto quello che invece la consuma nel suo libro “Dritto al sodo: come scegliere ciò che conta e vivere felice“. Prendendo spunto da questa interessante lettura, vi proponiamo alcuni esercizi.

  1. La prossima volta che ti si presenta un’occasione – come l’invito a un evento (anche online), l’inizio di un nuovo progetto, o la possibilità di cominciare una nuova esperienza – chiediti: “La mia risposta è un chiaro e univoco sì? Un sì senza esitazioni?”. Se non lo è, probabilmente è un no. Ma non devi sentirti in colpa per questo, il senso di colpa non è utile. Piuttosto, impara a sentirti a tuo agio dicendo no al 10% delle opportunità che ti si presentano e lascia andare il senso di rimorso che provi quando dici no. Stai lavorando per i tuoi sogni e i tuoi obiettivi, non per quelli altrui.
  2. Crea spazio (fisico e metafisico) per sfuggire alle preoccupazioni inutili (inutili perché significa occuparsi di qualcosa prima che sia ancora accaduto). Alcuni momenti di solitudine quotidiana, dedicati alla lettura, alla respirazione, alla meditazione, a una passeggiata o una qualsiasi attività che per te è ristoratrice, sono davvero preziosi strumenti per conoscere i tuoi desideri e i tuoi punti di forza.
  3. Dormi. Concediti del tempo per dormire e ricaricarti. Quando siamo privati del sonno, prendiamo quasi sempre delle decisioni che potrebbero finire per distruggere il nostro precedente sforzo di portare più chiarezza nelle nostre vite.
Logo ADF

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.