Persone negative: come difenderti

Ti sei mai ritrovato in una relazione (d’amore, di lavoro oppure di amicizia) che ti faceva sentire a disagio, come se dovessi sempre dimostrare qualcosa?

Tutti abbiamo incontrato (o stiamo ancora frequentando) persone negative. Quelle che in qualche modo minano la nostra fiducia e il nostro equilibrio, ma da cui non riusciamo a distaccarci, per diversi motivi. Nel post di oggi vogliamo suggerirti come difenderti da queste relazioni sbilanciate, che ti fanno sentire “sbagliato” e sotto processo.

Ci sono diversi tipi di persone negative: alcune sono dei veri e propri “vampiri energetici”, altre fanno parte della nostra vita quotidiana e anche se possono sembrarci innocue finiscono con il crearci un sacco di problemi. Magari si tratta di colleghi che passano il tempo a lamentarsi e che ti mettono di cattivo umore, oppure persone che emanano “vibrazioni negative” e che ti richiedono un dispendio eccessivo di energia ogni volta che hai a che fare con loro.

Queste relazioni sono più frequenti di quello che ci immaginiamo, ma la buona notizia è che non siamo costretti a subirle. Non possiamo sicuramente cambiare gli altri, ma possiamo modificare il nostro modo di interagire, cambiando la dinamica del rapporto.

Come riconoscere le relazioni negative

Come dicevamo, a volte è difficile identificare le relazioni negative. Perché spesso si tratta di persone che frequentiamo quotidianamente e con cui ci sembra impossibile interrompere i rapporti, per vari motivi. Finiamo così per farci andare bene anche le situazioni che ci mettono a disagio.

Proviamo a fare un breve check, per capire se in questo momento stai vivendo un rapporto che non ti fa stare bene.

Prova a leggere queste affermazioni e a capire se ti ci ritrovi:

  • Nel vostro rapporto è sempre uno dei due che dà e l’altro riceve.
  • Quando siete insieme spesso percepisci ostilità e rabbia.
  • Senti che c’è una mancanza di fiducia di fondo; ti senti sotto osservazione e giudicato.
  • Dopo che sei stato con questa persona sei fisicamente e mentalmente esausto.
  • L’altra persona ti giudica costantemente.
  • Avverti che questa persona emana un’energia negativa.
  • La comunicazione è difficoltosa.
  • Ti viene detto spesso che sbagli.
  • Quando sei con questa persona non te la senti di affermare le tue vere opinioni o i tuoi gusti, ma preferisci conformarti ai suoi per fargli piacere
  • Nella vostra relazione non c’è mai spazio per i tuoi bisogni.
  • Ti senti estremamente incerto nella relazione: non sai mai che cosa potrebbe succedere, e questo a volte ti fa paura.
  • L’altra persona è spesso invidiosa di te o si comporta da vittima.
  • Senti che c’è poca sincerità.

Nel leggere questo elenco ti è venuta in mente una persona che frequenti (un collega, un amico, il tuo partner o un parente…)? Probabilmente con lei hai una relazione tossica. Se si tratta di un’amicizia può essere più facile troncare. Le cose si complicano invece quando si tratta di parenti o colleghi di lavoro: in questo caso è necessario fare molta attenzione.

Cambia il tuo atteggiamento

Dato che non puoi pretendere di cambiare gli altri, puoi solo cambiare il tuo ruolo nella relazione. E sicuramente non è poco! Ecco qualche suggerimento per allontanarti dalle persone negative:

  • Esprimi le tue emozioni. Comunica all’altro come ti senti: è probabile che l’altra persona nemmeno si accorga di metterti a disagio o di farti star male. Se in modo gentile gli comunichi come ti senti e gli chiedi di smettere di fare le cose che ti infastidiscono il vostro rapporto potrebbe migliorare.
  • Sii assertivo. Essere passivo o aggressivo non aiuta: trova la giusta via di mezzo. Sii fermo e risoluto nelle tue affermazioni, parla in modo aperto e rispetto e fai le tue richieste senza timore. Non è detto che l’altro sia disposto a rispondere in modo positivo e costruttivo, ma almeno tu avrai fatto quello che era in tuo potere per far funzionare il rapporto.
  • Migliora la tua consapevolezza. Le relazioni si costruiscono in due, perciò non concentrarti solo sul comportamento dell’altra persona, ma come tu rispondi. Se noti che una tua azione o un tuo atteggiamento innesca un meccanismo tossico, prova a chiederti che cosa puoi cambiare per cercare di scardinare questo schema.
  • Non reagire alle provocazioni, respira profondamente, prenditi il tuo tempo. Se l’altra persona si mantiene negativa qualsiasi cosa tu faccia o dica, proponi punti di vista differenti. Non farti risucchiare in dinamiche che non ti appartengono.
  • Chiudi la relazione, se non c’è altro da fare. Se tutti i tentativi continui a star male, puoi chiudere quel rapporto. Non farti sopraffare dall’emotività, ed esprimi chiaramente il reale motivo della tua decisione. Considera questo suggerimento come l’ultima spiaggia: in fondo se quella persona è nella tua vita è perché a un certo punto vi siete scelte. Perciò puoi trovare la chiave per cambiare la spirale negativa del vostro rapporto. Se così non fosse concediti la libertà di andartene.
Logo ADF

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.