L’intervista a Sam Worthington: come trasformarsi da Signor Nessuno a Mister Blockbuster!

Sfogliando tra le pagine di Men’s Health non ho potuto fare a meno di notare lo sguardo ammiccante di Sam Worthington, lo sguardo di uno che la sa lunga. L’eroe di Avatar nella sua  intervista ci racconta di come sia arrivato al successo a 32 anni suonati, dopo una giovinezza passata tra lavori di manovalanza nei cantieri edili e ruoli di figurante nelle superproduzioni televisive americane. Sam ci assicura che la sua ricetta per il successo è infallibile!

“La gavetta paga sempre”, racconta Sam “quando sali sul treno giusto dopo aver spalato tanto fango, non ti ferma più nessuno!” Ma il primo passo è quello di lavorare, lavorare, lavorare, impegnandosi al 100% senza mollare se i risultati non arrivano subito. Durante le riprese di Avatar Sam passava sul set 18 ore al giorno, per sei giorni alla settimana. Ogni giorno alle 6, puntuale come una sveglia, era pronto per iniziare a girare.

E’ importante impedire ad un passato pesante di limitare i tuoi orizzonti” dice Sam, raccontando di come, inseguendo i suoi sogni, sia riuscito a non affogare fra malta e calcestruzzo e ottenere la parte per uno spettacolo teatrale. “Quando la vita ti offre una opportunità, cerca di sfruttarla fino in fondo”. I successi improvvisi non esistono, bisogna sudarseli, ma sempre guardando lontano.

Per sfondare, ci assicura il protagonista di Avatar, è necessario saper accettare le critiche: “Supera i dettagli irrilevanti e gli attacchi personali. Solo così potrai crescere”. E bisogna chiarirsi gli obiettivi.  “Non dedicarti all’arte solo perchè vuoi fare la figura dell’uomo brillante”, ovvero cerca di capire cosa vuoi davvero, cosa ti rende felice e come ottenerlo, poi datti da fare!

Da ultimo, ma non per importanza, “impara a fare marcia indietro”. La vita non è solo lavoro. Sam, che non fa un giorno di ferie da ormai 4 anni, ci annuncia che adesso si prenderà una meritata pausa per ricaricarsi e ripartire alla grande.

Sara

 

Autore: Marco Bonora

Introverso, ingombrante, risvegliato a 40anni da coma lavorativo cerca disperatamente persone appassionate di qualsiasi cosa. Offro ironia caustica, soluzione problemi, creatività, cucina gourmande e musica indie/alternative. Astenersi perditempo

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *