GUIDA AL COLLOQUIO DI LAVORO – LE DOMANDE DEL SELEZIONATORE e DEL CANDIDATO

Ecco l’analisi del doppio significato di alcune domande più o meno classiche:

1. Che cosa stai cercando in questa nuova esperienza che ora ti manca?
Apparentemente la domanda si concentra sui vostri desideri e aspettative future ma presuppone che voi siate alla ricerca di quello che non avete attualmente, rivelando il motivo della vostra scelta.
2. Quali sono gli aspetti che più ammiri e più ti infastidiscono nel tuo attuale capo?
È noto che parlare male della propria azienda e dei superiori durante il colloquio non è visto molto di buon occhio dai responsabili delle risorse umane. In questo caso però il senso della questione è più sottile, e si traduce in un’analisi delle vostre attitudini di leadership attraverso quello che cercate nel vostro ideale di guida o l’esatto opposto.
3. Come gestiresti la comunicazione di un taglio del personale?
Purtroppo ci sono alcuni ruoli che comportano anche la gestione di situazioni simili a questa, la scelta delle parole nello spiegare la situazione (con fatti puramente numerici e legali o più emotivi) è una chiave di lettura della vostra empatia e umanità.
4. Quale riconoscimento daresti al tuo team per i risultati raggiunti?
La congruenza tra le proprie azioni e gli ideali è molto importante; il buon esempio è sempre il modello migliore per un clima disteso all’interno del team. La scelta tra riconoscimenti economici o formali potrebbe rivelare la compatibilità con lo spirito generale dell’azienda e delle persone che la compongono.
Per creare un clima disteso in un team di lavoro è molto importante essere i primi a dare il buon esempio. Scegliere tra riconoscimenti formali o economici potrebbe rendervi più o meno compatibili con lo spirito dell’azienda e delle persone che la compongono.
5. Un esempio di scontro con un superiore.
Inutile negarlo, tutti prima o poi siete passati per situazioni di tensione momentanea o meno. Capire se vi assumete le responsabilità dei vostri stessi errori prima di criticare gli altri è una modalità di lettura del vostro stile comunicativo.
6. Quale significato dai alla parola integrità?
Il significato della parola è molto ampio e l’aspetto che interessa la persona che avete di fronte è come lo applicate nella vostra quotidianità, tornando all’importanza della relazione tra pensiero e fatti.
7. Come comunichi con la generazione Y?
Qualsiasi sia la vostra età, sarà interessante studiare il modo di rapportarvi al meglio con i coetanei, con i più giovani o con le persone più esperte. Le abitudini lavorative cambiano a seconda dell’ambiente in cui siete cresciuti, studiare questa domanda ha lo scopo di capire come le vostre attitudini possano inserirsi nel nuovo contesto.
8. Posso trarre dalla nostra conversazione tutti gli elementi per valutare se sei o meno la persona che stiamo cercando?
Il selezionatore mira a capire se avete compreso veramente quello che comporta lavorare in quell’azienda e in quel determinato ruolo. Dietro la domanda si cela una grande opportunità per mettere in luce la vostra personalità, creatività e capacità di elaborazione delle informazioni.

Durante il colloquio di lavoro esiste la possibilità di aumentare le proprie chance semplicemente facendo le giuste domande. Quali sono?

Domande sull’azienda:
1. L’azienda è stabile dal punto di vista finanziario?
2. In media, quante nuove persone vengono assunte ogni anno?
3. Qual è il tasso di turnover in azienda?
4. L’azienda di recente ha ricevuto premi o riconoscimenti per il lavoro svolto?
5. Che cosa deve accadere perché l’azienda abbia successo?
6. Quali sono gli obiettivi attuali e a lungo termine per l’azienda?
7. Quali sono i principali competitor?
8. Quali sono i valori aziendali?
9. Quale si prospetta essere il futuro del settore in cui opera l’azienda?
10. Quante persone sono attualmente impiegate nell’organico?
11. Ci sono posizioni o funzioni in outsourcing?
12. Potrebbe descrivermi il profilo di una persona che ha successo in questa azienda?

Domande sul ruolo:
13. Come descriverebbe le responsabilità di questa posizione specifica?
14. Ci sono delle attività per questa posizione che non sono state inserite nella job description?
15. Che cosa mi aspetta per i primi tre mesi in azienda?
16. Che cosa ci si aspetta da me nel primo anno?
17. Dovrò lavorare per un prodotto specifico o per diversi prodotti?
18. Come si inserisce questo ruolo nei progetti attuali e a lungo termine dell’azienda?
19. Chi sono i principali clienti esterni e le aree interne con cui dovrò interagire?
20. Come descrive una settimana tipica per chi svolge questo ruolo?
21. Può suddividere le varie attività da svolgere in percentuali di tempo da dedicargli?
22. Sono previste trasferte per questa posizione?
23. Come posso fare carriera in questo ruolo?
24. Qual è la responsabilità più importante per questo ruolo?
25. Sono previsti straordinari?

Domande su capi e responsabili:
26. Chi è il mio responsabile?
27. Il mio capo ha fatto carriera in azienda o è stato assunto da fuori?
28. Come descriverebbe il modo di gestire leadership del mio responsabile?
29. Da quanto tempo il mio responsabile occupa questo ruolo?
30. Quanti anni di esperienza ha maturato nel ruolo?
31. Quali sono le caratteristiche delle persone che hanno lavorato bene con questo responsabile?
32. Il mio capo lavora nella mia stessa sede?

Domande sull’area di inserimento:
33. Quali altre posizioni e ruoli ci sono in questo dipartimento?
34. Quali sono gli obiettivi prefissati per quest’area?
35. Quali sono i margini di miglioramento per l’area?
36. Quali sono i recenti obiettivi raggiunti?
37. Quali sono i valori di questo dipartimento?
38. Come avviene la comunicazione tra questa e le altre aree aziendali?

Domande sul posto vacante:
39. Si tratta di una nuova posizione in azienda o di una sostituzione? La persona da sostituire dove è andata?
40. Quali sono le ragioni più ricorrenti per cui le persone lasciano quest’azienda?

Domande sul percorso professionale e l’avanzamento di carriera:
41. Qualcuno degli attuali dirigenti ha fatto carriera all’interno dell’azienda da posizioni più junior fino a ruoli di maggior responsabilità?
42. Quali sono i percorsi professionali previsti per i dipendenti?
43. Come vengono misurate le performance di un dipendente in azienda?
44. Quando e come il successo di un candidato si trasforma in una promozione?

Domande sulle mosse successive:
45. Se accetto la proposta, quando dovrei iniziare a lavorare?
46. Quali sono i prossimi passi da ora?
47. Quando presumibilmente avrò informazioni sull’esito colloquio?
48. Entro quando preferite vi richiami se non dovessi avere vostre notizie?
49. Ci sono altre domande che volete farmi?
50. Se pensate che non sia adatto a questo ruolo, ci sono altre posizioni in azienda per cui potrei essere portato?

 

 

Autore: Marco Bonora

Introverso, ingombrante, risvegliato a 40anni da coma lavorativo cerca disperatamente persone appassionate di qualsiasi cosa. Offro ironia caustica, soluzione problemi, creatività, cucina gourmande e musica indie/alternative. Astenersi perditempo

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *