Come creare una social media strategy

Sono più di un miliardo gli utenti attivi su Facebook: (quasi) tutti ormai sono consapevoli che qualunque attività si faccia, sia necessario prevedere una presenza on line, sui social network. E non per pubblicare le foto delle vacanze, o dei piatti del ristorante, ma come parte della vostra attività di marketing.

Ecco una rapida guida per iniziare a progettare la propria attività social e muovere i primi passi nel mondo virtuale (molto reale).

 

AVETE UN’IDENTITA’ DIGITALE

Partiamo intanto dal perché essere presenti on line. Se avete un’attività commerciale di qualunque tipo, anche se siete un libero professionista che fa il consulente, dovete pensare che ormai il web è un biglietto da visita digitale. Ha sostituito le pagine gialle e bianche (anche se in questi giorni a Milano le stanno distribuendo… E mi chiedo chi ancora le consulti??). Se devo cercare un locale/fornitore/informazione, faccio un giro su Google per verificare a chi mi sto rivolgendo. E se ho due alternative da valutare, sceglierò quello che ha il sito fatto meglio, le foto più intriganti, i commenti positivi. Se non è sul web, lo scarto quasi sempre.

UNITA’ DI MISURA: UNA QUESTIONE DI LIKE

Dal vostro punto di vista, invece, ecco una premessa utile: i media on line sono molto più tracciabili dei mezzi di comunicazione tradizionali. Qui le unità di misura sono chiare e voi potrete capire facilmente chi vi segue, chi legge i vostri post, quanto tempo passano sul vostro sito, a chi è piaciuta una foto pubblicata… Avrete un rapporto diretto con i vostri amici/clienti e potrete valutare in tempo reale se la vostra strategia è efficace. E se non lo è, allora potrete ragionare su come cambiare strada.

TARGET CHE?

La grande rivoluzione del web è aver ribaltato i classici schemi del marketing. Fra questi, uno dei concetti più colpiti è stato quello di target: in rete non esiste. Appartiene a una comunicazione di tipo top-down, che non funziona su questo mezzo. Qui è stato sostituito dal concetto di community: persone accomunate dagli stessi interessi, dalle passioni. E soprattutto che si relazionano come pari, da molti a molti. Infatti, sul web è la relazione l’elemento fondamentale. E le persone sul web “conversano”, come al bar, come in ufficio. È a loro che dovrete rivolgervi, incuriosendoli, stimolandoli, fidelizzandoli.

CREATE LA VOSTRA STRATEGIA

Scegliete cosa volete fare e dove volete essere. Il livello base è: creare un sito web ufficiale, poi un blog, un account su Facebook, uno su Twitter. Poi potete anche passare a un livello successivo, e più evoluto, creando un account su Pinterest, Slide Share, un canale su YouTube. Ma quando arriverete a quel livello, non avrete bisogno di questo post. Ora vi serve sapere solo che per comunicare in modo efficace, potete usare una pluralità di mezzi per esprimere la vostra identità. L’importante è cominciare, e rompere il ghiaccio. E non dimenticate che esistono anche dei social network tematici, che vale la pena frequentare. In ogni caso, il consiglio all’inizio è scegliere pochi mezzi e non disperdere troppo le energie. Preferite la qualità alla quantità.

 

E ORA, PARTITE

Bene, avete creato i vostri account. E adesso, che farne? Cosa pubblicare? Cosa raccontare? Il modo migliore è partire da voi, dalla vostra storia. Il vostro obiettivo sarà conquistare le persone, fare in modo che tornino sul vostro sito/blog/facebook/twitter. Dovete dare loro delle informazioni utili, interessanti, emozionanti. Questo significa che dovrete aprirvi, metterci la faccia, relazionarvi con persone che non conoscete e dovrete accettare anche le critiche. Come nella vita reale, insomma. Ed è importante che tutti i vostri canali siano coerenti tra loro, esprimano la vostra identità. Ma non fate l’errore di parlare solo di voi, di quanto siete belli e bravi. Se aveste un collega così, lo sopportereste? No, lo evitereste come la peste. Quindi, dovete trovare il giusto mix. State per aprire un locale? Pubblicate le foto work in progress dei lavori, coinvolgete i vostri amici sulle decisioni che dovrete prendere sui colori, sui materiali… Oppure, se trovate un fornitore utile, perché ha degli ottimi prezzi, segnalatelo, e linkatelo.

LINK Sì, LINK NO

A proposito di link… I link sono alla base del funzionamento di Internet, per cui sono fondamentali. Non abbiate paura di pubblicare il sito di qualcun altro (link in uscita). È vero, gli state facendo pubblicità, ma il web vive sulla condivisione delle informazioni e sull’economia del dono (avete presente wikipedia?). Si mettono a disposizione degli altri notizie e saperi utili. E questo per voi, avrà un doppio vantaggio: da un lato, Google vi premierà, perché più link in uscita pubblicate, più vi riterrà utili alla collettività e migliorerà la vostra visibilità nel motore di ricerca. Dall’altro, conquisterete la fiducia di chi vi segue, perché vi riterrà fonte di informazioni utili e interessanti.

Ancora più importanti, sono i link in ingresso: ovvero altri blog ed utenti del web che segnalano il vostro sito. Sono l’elemento su cui i motori di ricerca lavorano. Quindi, più link in entrata significano un miglior posizionamento su Google, e più traffico sul vostro sito.

PROGRAMMATEVI

Sui social media, l’importante è essere continuativi. Se postate qualcosa oggi, e poi fra 2 settimane non creerete seguito. Meglio dedicare a questa attività almeno mezz’ora al giorno. Fatelo la mattina prima di iniziare a lavorare, o durante la pausa pranzo. La cosa migliore è programmare gli interventi. Fatevi un calendario:

– almeno un post al giorno su Twitter e Facebook (anche di più se riuscite);

– un post alla settimana sul blog (anche due/tre brevi, se riuscite);

– inviate una newsletter alla settimana.

E se organizzate degli eventi, pubblicate le foto, raccontate quello che è successo.

BRAND REPUTATION

Uno dei motivi per cui è importante essere on line è dimostrare che siete credibili, che sapete di cosa parlate, che le persone si possono fidare di voi. È per questo che è importante rispondere sempre ai commenti, anche quelli negativi, in modo educato, e ragionevole. E poi, una volta al mese, googlatevi (potete anche mettere un alert su Google): ovvero, verificate cosa si dice di voi in rete. Ed eventualmente, se necessario, intervenite per chiarire.

Loredana Saporito

 

 

 

Autore: Redazione

La redazione di ADF si occupa di cercare nuovi spunti e idee per gli articoli del nostro blog, tenere i contatti con gli autori, condividere gli articoli anche sui nostri social network... In poche parole tenervi sempre aggiornati su tutto quello che succede in Accademia della Felicità.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *