Lavoro o Immagine

Il fatto in se potrebbe essere l’effetto di tante cause.

Succede che un workshop gratuito che affronta il tema della carriera al femminile, un argomento molto sentito e visibile su tutti i media, ha avuto un affluenza di 2 persone.

Succede poi che a un workshop sempre gratuito sulla cura della propria immagine, con tanto di consulente, l’affluenza è di 30 persone.

I workshop si svolgono ambedue infrasettimanalmente, alla stessa ora, nello stesso luogo.
Le ragioni, son tutte da scoprire.

Ecco alcuni azzardi :

Ci si lamenta tanto del lavoro, ma non si ha il coraggio di affrontare l’argomento, è meglio parlare di look.

Il lavoro non è così importante, non mi identifica, non mi interessa, preferisco avere un aspetto migliore.

Il lavoro è importante, ma la sera ho voglia di qualcosa che mi rilassi.

E’ meglio stare ad aspettare e vedere cosa succede, senza rischiare, senza grilli per la testa, senza pensare alla crisi, senza pensare che effettivamente sto male in quel posto di lavoro, che aspettare di vedere qual è il cardigan che mi sta meglio.

La questione è che dovrebbe essere il contrario, anzi dappertutto è il contrario, è meglio fare ciò che ti piace che avere 20 paia di scarpe, è meglio essere soddisfatti e sapere che le 8 ore che iniziano ogni mattina non peseranno, meglio essere realizzati che essere all’ultima moda.

Ed essere realizzati, avere un lavoro che piace, essere contenti di quello che si fa non potrebbe essere un viatico per essere all’ultima moda ??

 

Autore: Marco Bonora

Introverso, ingombrante, risvegliato a 40anni da coma lavorativo cerca disperatamente persone appassionate di qualsiasi cosa. Offro ironia caustica, soluzione problemi, creatività, cucina gourmande e musica indie/alternative. Astenersi perditempo

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *