• A. B. Norme

    Oggi voglio giocare facile, per cui inizio citando uno di quei film cult, di cui si recitano le battute a memoria mentre lo si guarda. Se siete così fortunati da non aver ancora visto “Frankenstin Junior”, sappiate che vi invidio molto, perché la prima volta che l’ho visto non ho capito la metà delle battute

    Continua a leggere
  • Parole, parole, parole

    Penso sia iniziato tutto quando, per evitare di essere presa in giro alla scuola materna, spiegavo che il mio nome si pronuncia con la e aperta, Vèra, e che quindi non corrisponde all’aggettivo véra, per cui non aveva senso chiamarmi Falsa. Alle elementari mia mamma mi insegnava le canzoni in inglese sperando che fosse un

    Continua a leggere
  • Anche basta

    La mia professoressa di lettere delle superiori, durante le interrogazioni, era solita esortare noi studenti ad argomentare le nostre risposte e a completarle offrendo un quadro più esaustivo, con la frase: “Non mi basta”. Quella semplice e piccola frase mi faceva impazzire. Mi innervosiva moltissimo e mi rendeva poco lucida. Cos’è che non bastava? Cosa

    Continua a leggere
  • Professione: Io

    Quando mio figlio aveva 8 mesi, siamo andati in vacanza in Grecia. Per i viaggi all’interno della comunità europea i minori hanno bisogno di un documento individuale valido per l’espatrio. Siamo così andati all’anagrafe a fargli la carta di identità. Vi evito il racconto del momento in cui abbiamo fatto una foto tessera a un

    Continua a leggere
  • Rivelazione e rivoluzione

    Nel 2015 ho scoperto una cosa incredibile. Mi ricordo bene che era il 2015 perché è successo durante la mia prima gravidanza. Avviso che non ho nessuna intenzione di parlare di questioni tecniche o filosofiche o sociali o altro riguardanti maternità e tutto quello che ruota attorno all’argomento. Potete quindi tirare un sospiro di sollievo

    Continua a leggere