Chi Siamo

Scarica PDF 



Siamo una società di coaching e formazione.
Il nostro lavoro è dare ai nostri clienti gli strumenti pratici necessari per realizzarsi, in ambito personale e sul lavoro.

Abbiamo la ferma convinzione che la felicità esista, e che non sia una condizione identica per tutti.
Il coaching è la tecnica attraverso la quale insegnamo le strategie per individuare le proprie potenzialità, definire i propri obiettivi e realizzarli.

La nostra filosofia non prevede soluzioni preconfezionate, guru che ti illuminano e ti mostrano la retta via, venditori dalla parlantina sciolta che ti propongono kit di sopravvivenza per il mondo che ti circonda.
Pensiamo che la felicità parta dai sogni che ognuno di noi tiene chiusi in un cassetto, ogni percorso è unico è irripetibile perché nasce dall’interazione tra coach/formatore e clienti, sviluppandosi in maniera esclusiva ed imprevedibile.

Per fare entrare in contatto le persone con i loro desideri abbiamo studiato una serie di soluzioni che si possono adattare davvero a chiunque: incontri individuali, seminari, conferenze. Anche online, per abbattere le barriere geografiche.

I percorsi che proponiamo sono efficaci e risolutivi perché si basano su un ascolto attivo, sulla totale assenza di giudizio e su una professionalità consolidata e in continuo aggiornamento.

Perché Accademia?
Fino al 2011 tutti noi lavoravamo in azienda, con buoni stipendi e posizioni invidiabili, ma, ad un certo punto, ci siamo ritrovati ad essere vittime della “sindrome del lunedì mattina”: quella che di certo molti di voi conoscono. Quel malessere più o meno sotterraneo, primi sintomi di svogliatezza, cielo grigio all’orizzonte. Abbiamo quindi deciso di dimetterci:pazzi? Forse un po’, ma ci siamo fatti queste domande:

• Come voglio vivere per i prossimi 25 anni?
• Come voglio trascorrere 8 o più ore al giorno?
• Che cosa è davvero importante per me?
• In che modo posso guadagnare un buono stipendio e nello stesso tempo fare qualcosa che faccia la differenza?
• Dove voglio essere fra 5 anni? E fra 10?

Queste sono le stesse domande che poniamo ai nostri clienti.
Per noi la risposta è stata Accademia della Felicità.

E per voi?

FRANCESCA ZAMPONE
Socio Fondatore - Talent Manager, Formatrice, Career Counselor, Personal e Business Coach.
FRANCESCA ZAMPONE
A 7 anni ero indecisa se fare l’archeologa o la giornalista “da grande”, poi però ho incontrato Nick Drake ed i Joy Division e per un po’ ho pensato che occuparsi di musica indie fosse il lavoro più normale del mondo, a 25 anni sono entrata nel mondo aziendale con lo stesso spirito con cui andavo ai concerti post punk qualche anno prima e lì sono rimasta fino al 2011.

Nel mio primo esercizio di coaching dedicato alla visione ho scritto: 40 anni apro la mia azienda di coaching e formazione, 45 anni  lavoro al 50% e per il resto scrivo, 50 anni apro il mio negozio di dischi/libreria/caffè/cartoleria, 60 anni vivo a Londra e di scrittura.

A 27 anni ero una dei tanti commerciali di una grande società informatica, a 31 coordinavo 55 venditori in una grande banca internazionale, a 32 ho cercato da sola le risposte ad una serie di domande che mi assillavano sul senso del mio lavoro e ho trovato il coaching.

A 34 anni sono passata dalle Vendite alle Risorse Umane e ho fatto carriera fino a diventare il Responsabile Risorse Umane della mia casa discografica del cuore.

Tra il 2008 ed il 2009 ho girato per il mondo (da Miami alla Francia passando per l’Inghilterra) ad implementare come consulente progetti di risorse umane legati al Change Management e al Diversity Management. E’ qui che mi sono appassionata di Leadership al Femminile e che mi sono specializzata nel coaching del "Talento al Femminile".

Dopo anni di azienda nel 2011 ho fondato insieme a Marco Bonora l’ Accademia della Felicità.

Ho 44 anni sono nata a Domodossola, ma vivo e lavoro a Milano, dopo vari (sempre tropo brevi) passaggi per Londra.
Sono fissata con la cancelleria e appassionata di comportamento umano, musica indie, letteratura.


francesca.z@accademiafelicita.it
Cell 347 2599862
linkedin Francesca Zampone
Rita Zambrelli
LIFE COACH - TALENT COACH - CAREER COACH
Rita Zambrelli
Sono nata a Milano, l'11 maggio del '66, lo stesso giorno di Martha Graham, Salvador Dalì e Valentino.

Fin da bambina sognavo un lavoro creativo, ma come capita alle volte, la vita ti scombina i piani.

Divento grande negli indimenticabili anni ottanta, nella Milano da bere, porto un ciuffo cotonato new wave style, e ascolto i Depeche Mode.

Sono una ‘’brava ragazza’’ e per far stare tranquilla la mamma, frequento una scuola che detesto, ma che mi permette di lavorare subito.

La fortuna mi assiste e trovo un lavoro fuori dal comune: divento operatore di Borsa.

La mia passione artistica però non mi abbandona e nonostante il lavoro impegnativo, continuo a studiare e frequento corsi di pittura, illustrazione, mosaico e design.

Inizio a viaggiare e m'innamoro di Londra, ci vado ogni volta che posso.

Raccolgo da anni, articoli, foto, oggetti, tutto quello che mi ispira e mi incuriosisce, con l'dea che prima o poi mi potrà essere utile.

Leggo Karen Kingston, Julia Cameron, Sarah Ben Breathnach e Denis Linn, mie muse ispiratrici, ma anche Stephen Covey e Malcom Gladwell, tutti mi hanno insegnato molto.

Nel 2012 capito per caso in Accademia e intuisco immediatamente che è un posto speciale. Incontro Francesca e Marco e, come per magia, ritrovo i pezzi mancanti di un puzzle che pensavo sarebbe rimasto incompleto per sempre.

Frequento il primo Master in Coaching di ADF e comincio un nuovo viaggio.

Lavoro da più di 25 anni nella finanza, mi occupo di grandi clienti istituzionali e conosco bene le dinamiche aziendali, ma sono una creativa nell'anima, arte e design sono la mia passione.

Questa combinazione di esperienze è a disposizione di chi desidera dare nuova linfa al percorso lavorativo, scoprire e sviluppare i propri talenti e reinventarsi professionalmente e personalmente. Smettiamo di inseguire i sogni, catturiamoli finalmente e portiamoli con noi per inventarci la vita che ci piace di più.    
CRISTIANA MELIS
Power Coach ed Esperta in Intelligenza Emotiva
CRISTIANA MELIS
In me sono sempre convissute due anime, due polarità: da un lato la mia parte “matematica”, quella che si divertiva con i numeri, dall’altro quella più riflessiva, amante della lettura e delle grandi domande della vita.
Nonostante questa polarità, ho percorso inizialmente la strada da matematica. Dopo un diploma in ragioneria, con un po’ di coraggio ma soprattutto molta incoscienza, a 19 anni ho lasciato la mia terra e sono approdata a Siena, a studiare Scienze Economiche e Bancarie (appunto).
Il percorso di studi non è stato semplice, ogni tanto mi tormentavo sull’aver fatto la scelta giusta, sentivo che mi mancava qualcosa. Comunque, da buona sarda e testa dura, mi sono laureata a pieni voti e un anno dopo lasciavo Siena per la fredda (dicevano) Milano dove ho frequentato un master in Bocconi in ambito bancario.
Ho lavorato 11 anni in uno dei gruppi bancari leader in Italia, dove ho potuto sperimentare in prima persona le dinamiche relazionali e lavorative tipiche di un'entità strutturata e quanto sia importante lavorare in un ambiente che abbia cura del benessere delle persone che ne fanno parte e le consideri come cuore pulsante e anima dell’azienda.
L'altra parte di me ha iniziato a prendere il sopravvento nel 2011, quando inizio un percorso di crescita personale e spirituale: è allora che incontro il coaching!
Ho iniziato quindi un viaggio di ri-scoperta di me stessa, delle mie capacità e risorse, e ho focalizzato meglio i miei desideri e le mie attitudini. Ho cominciato a prendere maggiore consapevolezza di me stessa e del mio valore e a capire che siamo noi i registi della nostra vita e responsabili delle nostre azioni, capaci di cambiare noi stessi e di influenzare anche l’ambiente che ci circonda.
Da allora non sono più tornata indietro, ho finalmente messo in luce la mia naturale attitudine ad essere "umanamente curiosa" e il coaching mi ha consentito di esprimere quella parte di me aperta all’ascolto e all’accoglienza, per sostenere l’evoluzione personale dell’altro e supportarlo nel percorso che porta alla realizzazione dei suoi desideri e aspirazioni.
Sono una Power Coach: credo nel potere del coaching come strumento per sostenere le persone nel perseguire il successo.
Aiuto a riconoscere il potenziale, a trovare la motivazione per crescere nella professione e per scoprire le proprie attitudini.
In Accademia mi occupo di coaching legato alla ricerca del proprio talento, di empowerment e di tematiche legate alla fiducia in se stessi e allo sviluppo della propria carriera.
Sarda di nascita, ma milanese di adozione da ormai 12 anni, amo questa città come se fosse mia, anche se ho bisogno di ascoltare e vedere il mio mare ogni tanto. Di Milano amo il suo essere frizzante e poliedrica: c'è sempre qualcosa da fare o vedere e qualcuno da incontrare. Adoro uscire e stare in compagnia (cinema e sushi sono la mia combinazione vincente), soprattutto ridere, visto che ho una naturale ironia e autoironia che mi fanno affrontare meglio le onde della vita.
Sono un'appassionata di tecnologia: toglietemi tutto, ma non il mio iPhone!

LAVINIA BASSO
La Storyteller di ADF
LAVINIA BASSO
Nata “sotto il segno dei pesci”, sono introversa e di poche parole; amo ascoltare i racconti delle persone e rielaborare a modo mio quello che ascolto. Questo mi ha portato molto presto ad amare la lettura e, subito a ruota, la scrittura. Scrivo da quando ne ho memoria, per puro piacere. Cresciuta negli anni ottanta, tra Moncler e Naj Oleari mi sono sempre sentita un pesce fuor d’acqua e a un certo punto ho deciso di fare mia questa caratteristica. Per questo mi hanno spesso dato della bastian contrario. Vero.

Dopo il liceo scientifico mi sono iscritta a giurisprudenza. Mi sono laureata, ho fatto la pratica legale e tutto il percorso fino al titolo di avvocato. Dopodiché ho smesso. Incompatibilità irreversibile. La teoria è molto bella ma nella realtà il lavoro non faceva per me, l’idea dello scontro in aula mi terrorizzava e le trattative estenuanti a limare clausole anche di più. Già a quel tempo in contemporanea avevo fatto mille lavori, per necessità e per curiosità. Appena capisco come si fa un lavoro perdo interesse e devo trovare nuovi stimoli.

Lasciati gli studi legali, mi sono rimessa a studiare, ho preso un Master in diritto ambientale e ho cominciato a lavorare in un posto che per me, lettrice e scrittrice accanita, sembrava un sogno: una casa editrice.
Ho cominciato scrivendo contenuti di diritto ambientale per il web, poi mi sono spostata su una rivista, ho fatto il redattore, l’editor, il coordinatore editoriale e mille altre cose, sempre per soddisfare la mia esigenza di “novità”.
Nel frattempo ho messo su casa, avuto due bimbe e gestito una famiglia allargata.

Poi un bel giorno (era la fine del 2014) mi sono stancata, del diritto, dei rifiuti, e dell’ambiente intorno a me, e senza reti di protezione – ma con un marito che mi ha sempre sostenuto – ho mollato tutto.
Ovviamente con lo zampino di Francesca, conosciuta a fine 2013, con la quale avevo fatto un ciclo di coaching che ha “lavorato” nella mia testa e nella mia pancia fino al momento giusto.
Per traghettarmi verso il nuovo, che non avevo idea di che forma avrebbe preso, mi sono iscritta al Master in coaching, grazie al quale ho (ri)scoperto la mia passione per la scrittura, la parola scritta e tutto ciò che gli gira intorno: mi piace aiutare le persone a esprimersi al meglio, raccontare in modo accattivante le loro storie, le loro passioni, i loro sogni, mi piace prendere un testo e riuscire a renderlo facilmente leggibile e anzi molto gradevole, adoro leggere, rileggere e correggere un testo fino ad arrivare alla stesura più intrigante, più fluida, più emozionante.

Amo i cantautori italiani, la voce di Lucio Dalla, il rock di Bruce Springsteen, le melodie dei Coldplay, ma anche Vasco, la buona cucina e le chiacchiere fitte fitte con gli amici.

Curo (tra le tante cose) i contenuti del blog di ADF per cui se volete mandarmi delle proposte di collaborazione vi aspetto qui: bassolavinia@gmail.com


MARCO BONORA
Socio Fondatore - General Manager - Amo dare il mio contributo ai progetti di qualcuno
MARCO BONORA
Ho 49 anni sono nato a Milano, ma ho un forte legame con le campagne pavesi, il luogo dove ha origine tutta la mia famiglia. Studio Agraria ma lavoro brevemente nel settore, attirato dalle nuove tecnologie mi butto sull’informatica nel suo periodo migliore.

Divento uomo d’azienda e nel tempo ricopro cariche di responsabilità in multinazionali. La grande predisposizione alla progettualità mi trasforma da Responsabile Information Tecnology a Facility Manager.

Curo progetti di grande importanza fino al momento di spostarmi nella discografia dove faccio Cost Controlling. Qui conosco Francesca con cui collaboro per diversi progetti. Ultima esperienza in azienda è stata quella in un Consorzio dove ho lanciato una start up sui rifiuti speciali.

Sono uscito dal mondo aziendale per fondare Accademia con Francesca e da cinque anni lavoriamo gomito a gomito sul nostro progetto.
Le qualità che metto in pratica ogni giorno sono la facilità progettuale e la fantasia creativa.

Lavoriamo molto e a volte le cose si fanno parecchio intense, ma non tornerei indietro per nessuna cosa al mondo. Nei mio background ci sono la musica rock alternative, la politica, il volontariato portato avanti per 17 anni lavorando la notte in ambulanza, lo sport, il cibo e la cultura anglosassone (nella sua accezione positiva e sociale).
Amo creare progetti, aiutare altri a crearne, dare il mio contributo al sogno di qualcuno.

Marco Bonora

marco.b@accademiafelicita.it
Cell. : +39 348 3969282
Skype : marcob_accademia
linkedin Marco Bonora
ALESSIA PERRINO
LA SOCIAL MUSA DI ADF
ALESSIA PERRINO
"Contengo moltitudini", diceva Walt Whitman e per me vale lo stesso.
Classe 1982, liceo classico, Filosofia all'Universita', un diploma alla Scuola d'Arte del Castello Sforzesco, due Master in Digital Communication e Social Media Management e 10 anni in agenzie di comunicazione fino a scegliere di diventare oggi una consulente di comunicazione, freelance, felice di esserlo.
Pago come tanti il prezzo della precarietà, ma la libertà del potermi reinventare tutte le volte che voglio e del lavorare su più progetti contemporaneamente è impagabile.
Il mio percorso di studi è stato un flusso eterogeneo, ogni tassello apparentemente diverso e slegato dal precedente ha composto un mosaico a cui oggi guardo con soddisfazione. "Da grande farò..." per fortuna non l'ho mai saputo con certezza, ma l'ho scelto e deciso ogni giorno, impegnandomi con ostinata determinazione per realizzarlo. E continuo a farlo, perché per me esiste solo l'oggi, domani chissà.
Ho un approccio alla vita resiliente, in poche parole mi piego ma non mi spezzo e scorgo opportunità anche nei momenti più difficili.

Detesto la parola "purtroppo", le questioni di principio, le costrizioni, le persone che si lamentano e quelle che si prendono troppo sul serio.
Approdo in Accademia della Felicità l'anno scorso, dopo un periodo psicologicamente intenso, alla ricerca di un senso più profondo e con tanta voglia di tornare a mettermi al centro della mia vita. Conosco per caso Francesca (più che caso, trattasi di sincronicità junghiana) e decido di frequentare il Master in Coaching, un percorso potente attraverso il quale mi sto magicamente rifocalizzando su me stessa e grazie al quale nel frattempo ho anche avuto l'arricchente opportunità di iniziare a lavorare per Accademia della Felicità come Social Media Strategist, continuando a collaborare parallelamente con una stimolante e solida realtà editoriale nell'ambito della moda.
"L'avvenire è dei curiosi di professione", diceva Truffaut in "Jules and Jim". È il mio mantra e grazie al Social Media Management posso soddisfare la curiosità innata che mi caratterizza e che mi porta a essere sempre alla ricerca di nuovi stimoli, dedicandomi alla bellezza dell'ascolto attivo delle persone, della Rete, dei trend, degli influencer.
Del marketing apprezzo gli aspetti legati alla psicologia del consumatore e al comportamento d'acquisto, della comunicazione gli aspetti narrativi e i tanti linguaggi che mette a disposizione.
Entusiasta ed empatica, credo nella gratitudine e nella gentilezza e ogni giorno mi innamoro in modo compulsivo di persone, progetti, situazioni, oggetti. E ho deciso che non voglio smettere mai.
Amo osservare le persone e ascoltare le loro storie. Adoro tutto ciò che si può fare a mano e sarei anche portata, ma non mi decido mai a dedicarmici seriamente. O forse avrei solo bisogno di una vita parallela con più tempo libero a disposizione per i tanti hobby.
Amo la Puglia, il mare, la musica popolare, le sagre, i vecchietti, la pasta, il buon vino e le risate a crepapelle.
Un momento in cui mi sento felice? Quando sono seduta nella sala di un cinema e aspetto l'inizio del film piena di aspettativa, pronta a immergermi in una nuova storia in cui senz'altro troverò qualcosa che mi appartiene.
Sogno di laurearmi in Psicologia e nel medio-termine lo farò.
Sono una divoratrice di romanzi, libri di crescita personale e blog di comunicazione digitale.
Nella prossima vita sogno di fare la libraia. Ma esisteranno ancora i libri e i negozi o dovrò reinventarmi?

mail: alessia.p@accademiafelicita.it


ILARIA SQUEO
CAREER COACH
ILARIA SQUEO
Mi laureo in Relazioni Pubbliche e dopo una prima esperienza aziendale nella direzione Risorse Umane, approdo nel mondo della Consulenza in cui lavoro tuttora e per cui mi sento naturalmente portata.

Oggi sono una Consulente di Ricerca e Selezione per una nota multinazionale e, coordinando un team di persone (meravigliose), mi occupo di progetti complessi per varie aziende clienti, con un focus sulla Selezione di Middle & Top Management. Ciò che amo del mio lavoro è la possibilità di esplorare le organizzazioni, approfondire le esperienze dei professionisti che incontro, comprendere i bisogni dei miei clienti (aziende e candidati) e contribuire in qualche modo al successo di entrambi.

Mi occupo di selezione da 10 anni: ho iniziato quando i social network non erano ancora così diffusi e il mercato era florido, continuo a farlo oggi in un contesto complesso e in continuo cambiamento. Cosa non è cambiato in questi anni? La centralità del lavoro nella vita delle persone, il bisogno di ciascuno di trovare la piena realizzazione, a volte di costruire attorno alla vita professionale il proprio equilibrio e la propria motivazione. Ho sempre ascoltato i miei candidati con grande coinvolgimento, al di là del mio ruolo tecnico di selezionatrice, e ho sviluppato una sensibilità all’ascolto che mi consente di intuire in poco tempo aspirazioni, passioni e aree di miglioramento.

Poi ho incontrato ADF e ho frequentato il Master in Coaching, mi si sono aperte nuove prospettive e ho colto l’opportunità di coniugare la mia esperienza con le tecniche di coaching, per supportare concretamente chi desidera intraprendere un cambiamento professionale oppure chi ha bisogno semplicemente di ritrovare passione nel proprio lavoro.

Ho 35 anni, sono nata in un piccolo paese del Salento, trapiantata a Milano da ormai metà della mia vita. Adoro il mare, gli scogli e le distese di ulivi; mi porto dietro l’amore per quei posti che non cambiano mai e che in qualche modo quando torno mi fanno sentire ancora casa. Ho una smodata passione per i cani, insostituibili compagni di vita. Amo certa buona musica, la buona cucina e ridere di gusto… i miei presupposti di una vita goduriosa.
GIANFRANCO TAINO
RESPONSABILE AMMINISTRATIVO DI ADF E COACH
GIANFRANCO TAINO
Responsabile amministrativo per ADF e non solo: collaboro infatti con diverse aziende che hanno bisogno di un supporto nell’area della contabilità.

Il mio lato razionale e pragmatico che si manifesta nella facilità a lavorare con numeri, nel tenere i conti e nell’essere preciso e affidabile, è compensato da una forte vena creativa che mi ha permesso di lavorare in passato come consulente musicale per sfilate ed eventi, come giornalista e come deejay.

Posso dire che spesso le mie decisioni lavorative sono state influenzate dal team con cui sapevo avrei collaborato. Il clima e l’ambiente di lavoro contano, per me, tanto quanto il contenuto del lavoro stesso. Finora il mio fiuto non mi ha mai ingannato: ho sempre trovato colleghi, capi e collaboratori di valore da cui imparare e con cui crescere.

Le mie passioni sono la musica, l’arte contemporanea, il teatro e i fumetti ma, soprattutto, il cinema. Le rassegne cinematografiche sono la mia seconda casa.
Questa mia passione per le storie delle persone, l’empatia e la sensibilità che contraddistinguono la mia personalità mi hanno fatto avvicinare in modo molto naturale al coaching.

Ho frequentato la prima edizione del Master in Coaching di ADF e sto studiando per diventare Life Coach.

Altro su di me: un'altra passione, che non si decide ad abbandonarmi, è il ballo. Datemi una pista e la musica giusta e mi scateno!
Potendo scegliere, vivrei in un luogo di mare.

gianfranco.t@accademiafelicita.it



GIUSI FERRARIO
Socia- Life Coach - Responsabile area Cuore di ADF
GIUSI FERRARIO
Nasco a Milano il primo giorno di primavera del 1966.
Mi laureo come psicopedagogista e lavoro per più di 10 anni in un centro di recupero per adolescenti maschi, tutti affidatici dal tribunale dei minori, con gravi problematiche familiari, di socializzazione e di scolarizzazione. E’ stato un lavoro che ho amato molto. Finchè sento che voglio dedicare tutte le mie energie ai miei figli, un maschio che oggi ha 22 anni e una femmina oggi 19enne.
Alle spalle oramai ho un matrimonio con un uomo che ho amato molto e col quale ora ho ottimi rapporti. Posso dire di vivere un’armonia raggiunta dopo un percorso faticoso di crescita per superare il dolore profondo, immenso provato alla rottura del nostro legame e per superare la rabbia e la disillusione che hanno lasciato spazio all’accettazione della realtà di due strade che si dovevano dividere per permettere a ciascuno di vivere in pienezza alla ricerca della strada giusta per sé. Una strada ancora aperta all’amore.
Arrivo in AdF per far qualcosa per me, desiderosa di un cambiamento che catturasse tutte le mie energie e volto alla realizzazione di un progetto concreto che fosse per me appagante. E’ qui che mi appassiono al life-coaching ed è qui che alla fine del Master mi viene offerta la possibilità di entrare come socia per dedicarmi all’area “cuore”.
Temi quelli di quest’area con cui la mia esperienza e lezioni di vita e le mie competenze acquisite entrano parecchio in sintonia.
Sono appassionata di macrobiotica e di metamedicina e ho una ventennale esperienza in training autogeno.
Se il leit motiv dei vostri pensieri riguarda l’autostima, le sofferenze amorose e la ricerca della felicità penso sarà interessante conoscerci.

giusi.f@accademiafelicita.it
Tel 347 0643743
MICAELA TERZI
Business Developer - esperta di comunicazione - START UP Coach e Formatrice
MICAELA TERZI

Geek con un'insana passione per la cartoleria e il pop coreano. Risolvo problemi, e la mia vita si divide tra l'analogico e il digitale. Amo la carta, toccarla, tagliarla, incollarla, scriverci sopra. Ma ho una relazione molto stretta anche con la tastiera del mio portatile, fido compagno nella realizzazione di testi, grafiche e siti web.

Quando avevo 4 anni mia madre mi ha insegnato a nuotare. Prendendomi in braccio e scaraventandomi in piscina. Tra morire annegata e provare a nuotare io ho scelto la seconda opzione. Poi per il resto della mia vita quello che ho imparato, l'ho imparato allo stesso modo: buttandomi a capofitto, anche se le gambe mi tremavano e pensavo che non ne sarei uscita viva.

Ho iniziato a lavorare come giornalista nel 2000 e qualche anno dopo, stanca di lavorare per la gloria e la ricchezza di qualcun altro, ho deciso di buttarmi nella mischia e di aprire un'azienda tutta mia. La gloria è arrivata, anche più di quella che mi aspettavo. La ricchezza pure (più personale che economica, ma va bene così). Nel 2007 ha visto la luce Urbano Creativo, una società di Marketing Territoriale e Comunicazione Pubblica. E io sono diventata una startupper. Seriale - per la precisione - visto che poi ci ho preso gusto e qualche anno dopo ho aperto un'altra impresa, Mobirev. Negli ultimi otto anni ho continuato a scrivere tanto, ma anche a parlare. In pubblico. Orrore. Sono infatti un'introversa che vorrebbe starsene sempre chiusa in camera sua a scrivere, fare scrapbooking e guardare la tv, ma volente o nolente mi è toccato imparare a parlare in pubblico, e interagire con investitori, clienti, partner e fornitori.
La svolta da introversa a introversa-che-parla-in-pubblico c'è stata nel 2013, quando sono stata selezionata per partecipare al programma Building Global Innovators del MIT Portugal, in collaborazione con il MIT di Boston. I bootcamp a Lisbona e Cambridge sono stati per me allo stesso tempo una delle cose più faticose e più belle che abbia mai fatto. Proprio allo stesso modo in cui mia madre mi aveva insegnato a nuotare, così al MIT mi hanno insegnato a fare un elevator pitch. Con la pratica, e mettendomi costantemente nelle situazioni per me più imbarazzanti.
Il BGI mi ha insegnato a essere più sicura di me stessa, e mi ha dato un sacco di competenze che oggi voglio condividere con tutti quelli che hanno un sogno e lo vogliono far diventare un progetto di vita e di carriera.

Sto studiando al Master in Coaching di ADF per far diventare la mia passione per la formazione e per la trasformazione delle vite e dei progetti degli altri un lavoro. Collaboro con Accademia della Felicità alle strategie di comunicazione e allo sviluppo di nuovi business.

DANILA SABA
Job Coach a Torino
DANILA SABA
Il filo conduttore delle mie scelte professionali è la mia passione per la persona. Amo ascoltare le storie, coglierne le sfumature, leggere fra le righe, osservare il mondo con la mappa di chi ho intorno. Così scopro cose nuove, cresco e divento più me stessa. Svolgo il mio lavoro per un motivo egoistico: perché sto bene io. E nel mio stare bene c’è la piacevole conseguenza di riuscire ad aiutare gli altri.
Per questo motivo dopo una Ragioneria scelta perché piaceva al papà (come capita a tanti di noi!) ho deciso di orientarmi su studi umanistici e mi sono laureata in Scienze dell’Educazione.
Ho lavorato per qualche anno come Educatrice di minori a rischio imparando sul campo che ognuno di noi ha bisogno di essere ascoltato e orientato in modo personale per sviluppare i propri talenti e le proprie potenzialità, anche se hai avuto una storia difficile. Tuttavia il mondo delle cooperative sociali non faceva per me. O forse ero troppo giovane per essere veramente efficace con gli adolescenti. Quindi, ho deciso di cambiare rotta e seguire un Master in Selezione, Amministrazione e Gestione Risorse Umane. Avrei continuato a lavorare con le persone cambiando il target.
E da lì sono iniziati gli anni dei grandi cambiamenti. Ho lasciato la mia splendida Sardegna nella quale ho vissuto per quasi 30 anni e ho esplorato l’Italia andando a lavorare prima a Milano e poi a Torino. Sono stati anni meravigliosi nei quali ho maturato esperienza soprattutto nella Selezione e Amministrazione del personale, ho fatto conoscenza con la vera Danila e sono stata “lieta di conoscermi”.
Arrivata a Torino per amore, ho avuto l’opportunità di arricchire il mio percorso professionale lavorando in ambito di Orientamento Professionale e Politiche Attive. E’ stato allora che ho scoperto che volevo stare dalla parte del candidato.
Attualmente, vivo nella regale Torino con mio marito e la bambina meravigliosa che ho avuto il privilegio di adottare. E’ stata lei a infondermi nuova energia, a insegnarmi a diventare grande prima che crescesse lei! Alla soglia dei 40 anni ho maturato il desiderio forte di costruire qualcosa di mio, di dare il mio personale contributo per un mondo migliore. Un contributo di cui io rispondessi in prima persona.
Ho dato vita alla mia attività attuale aggiungendo e completando le mie competenze: oggi sono un NLP Coach. In particolare, sono un Job Coach e aiuto le persone a riscoprire il lavoro dei sogni e muovere i passi per raggiungerlo.
Ho scoperto ADF per amicizie in comune e mi sono innamorata della mission e dei valori di Accademia desiderando da subito di poter collaborare con loro. Ed ora… eccomi qui, ho realizzato un altro sogno.
Sono un cuor contento. Sono ottimista e orientata al futuro. Credo nel potenziale umano e nel suo sviluppo seguendo le inclinazioni personali e i talenti di ognuno. Ho un approccio divertente perché tratto un tema che già di per sé è vissuto con ansia (il lavoro!) quindi vale la pena allentare la tensione. Amo la musica country e mi diletto a ballare con stivali e cappello! Mi piace cantare a squarciagola, ridere di gusto e andare al cinema a guardare film “polpettoni”. Mi definisco un animale sociale, non potrei vivere senza amici e sono un’accesa sostenitrice del network, quello che ti fa sentire parte di un Tutto. Ma amo anche stare in mia compagnia, magari in silenzio e di fronte al mare d’inverno.